mercoledì, Novembre 30, 2022

Cavriglia, taglio del nastro per la nuova piazza Berlinguer. La cerimonia alla presenza del Vescovo di Fiesole Mario Meini

Inaugurazione ufficiale ieri sera sabato 3 agosto per il nuovo volto di Piazza Berlinguer a Cavriglia. Il cantiere, affidato tramite bando di evidenza pubblica all’azienda “Porfidi dell’isola” con sede legale a Bonate di Sopra in provincia di Bergamo, ha visto il recupero del “cuore” del capoluogo e di via Roma, via Ponte di Sasso e via Cervia. Nelle vie adiacenti alla piazza, per recuperare la pavimentazione danneggiatasi nel corso degli anni principalmente a causa degli eventi atmosferici, è stato realizzato un intervento di manutenzione straordinaria attraverso la realizzazione di una diversa pavimentazione. Il cantiere ha interessato anche le quinte che si affacciano sul torrente Cervia e la parte della facciata che sovrasta l’ingresso del Teatro Comunale, dove è stata apposta una nuova pensilina in stile liberty che offre un bellissimo colpo d’occhio per il punto di riferimento culturale cavrigliese, che già era stato impreziosito con la collocazione dei dipinti di Giuliano Pini nel Foyer del Teatro lo scorso inverno.La cerimonia di inaugurazione è avvenuta durante la processione della “Santa Patrona” per le vie del paese alla presenza del Vescovo di Fiesole Monsignor Mario Meini ed è stato anche il primo atto di ricollocazione delle sculture del Simposio monumentale “Pietra sublime”, tenutosi al circuito di Bellosguardo fino allo scorso maggio.In piazza Berlinguer sono state collocate due opere realizzate nel corso del Simposio: “Toscana”, dell’armeno Vighen Avetis, scultura collocata all’altezza delle quinte sul torrente Cervia e “Beyond horizon” della giapponese Kumiko Suzuki, dalla parte opposta della piazza vicino all’ingresso del teatro.
La spesa complessiva per il restyling di piazza Berlinguer assomma a circa 250 mila euro. “Ogni piazza è il centro ed il cuore di una Comunità.” queste le parole del Sindaco Leonardo degl’Innocenti o Sanni “Questo intervento prosegue per l’Amministrazione il lavoro avvenuto già con il restyling di altri luoghi simbolo negli anni scorsi con lo scopo di rendere Cavriglia sempre più Bella. Sono lavori fondamentali per la tutela del territorio e per il benessere di tutti. L’installazione delle opere di “Pietra sublime” è poi solo all’inizio con questa duplice collocazione. Altri luoghi saranno quindi impreziositi con sculture provenienti dal Simposio che ha portato a Cavriglia artisti da dieci nazioni diverse.”

Serena Paoletti
Serena Paoletti
Redattrice