Cavriglia: “Camillo” vigilerà sulle presenze dei bimbi nel nido d’infanzia comunale

646

Il sistema regionale di rilevazione “Allerta Nidi”, studiato insieme ad Anci per monitorare con l’ausilio delle nuove tecnologie eventuali assenze dei piccini non segnalate dai genitori e prevenire episodi di abbandono in auto dei piccoli alunni tarda a prendere corpo e gli amministratori comunali di Cavriglia, intenzionati ad aderire alla app informatica, sono già corsi ai ripari in vista della ripresa delle attività didattiche di settembre.
Così per garantire il raggiungimento di uno standard assoluto di sicurezza e tutelare la salute dei più piccoli, la Giunta ha deciso di ricorrere ad un’apparecchiatura alternativa della società a responsabilità limitata “Camillo” di Firenze che ha sviluppato un’applicazione specifica per gli smartphone da mettere a disposizione di educatrici e famiglie per interagire proprio quando in aula si registrano dei vuoti ingiustificati.
La soluzione sarà adottata in via sperimentale per un anno nel nido d’infanzia comunale. Una decisione frutto di un provvedimento varato all’unanimità dall’esecutivo cavrigliese e che segue analoghe iniziative con accorgimenti diversi adottati da altri centri della vallata.
Ad esempio a Terranuova Bracciolini e San Giovanni funziona “Ok Ci Sei!”, un badge per mamme e babbi collegato al nome del figlio e la tessera deve essere marcata all’ingresso dei plessi scolastici, mentre a Montevarchi è stato attivato il “Children Monitor” per seguire in tempo reale lo spostamento dei bambini con il pulmino da casa a scuola e viceversa.