Questione 118, proclamate due giornate di sciopero. Al centro, le difficoltà a Figline Incisa

296

La Fismu (Federazione Italiana Sindacale dei Medici Uniti) e la Snami proclamano due giorni di sciopero per lunedì 12 e martedì 13 agosto.L’agitazione è stata indetta” a tutela della cittadinanza di Figline-Incisa – si legge in una nota – nonché dei medici del servizio 118. Nonostante i vani avvertimenti indirizzati all’azienda Usl Toscana Centro di interrompere e sottoporre ad attenta valutazione di rischio clinico il progetto che prevede il simultaneo impiego del medico di emergenza territoriale sia nel pronto soccorso Serristori che in risposta alle emergenze territoriali stesse. E visto il fallito tentativo di mediazione in Prefettura con la partecipazione della parte pubblica e dei sindacati Snami e Fismu del 9 agosto scorso”.Nella stessa giornata nella Sala Assembleare dell’Ordine dei Medici di Firenze, è stata organizzata una conferenza stampa relativa alla proclamazione di uno sciopero dei medici del Settore 118 dell’Ausl Toscana Centro per il mese di settembre, inerente in particolare la postazione di automedica di Figline”.”Dove -continua la nota- le tempistiche di intervento sui pazienti extraospedalieri sarebbero inevitabilmente aumentate, come per altro già sperimentato ad Empoli alcuni anni fa. La cura dei pazienti intraospedalieri sarebbe compromessa come continuità e come qualità trovandosi nel serio rischio di essere abbandonati a metà visita o trattamento. Verrebbero gravemente messi a rischio gli obblighi deontologici di prestare soccorso e di continuità della cura stessa (art 8 e 23 del cod. deontologico medico).” Per questi motivi viene indetto uno sciopero di 48 ore nelle giornate di lunedì 12 e martedì 13 agosto.