Guasto all’impianto di condizionamento dell’ospedale della Gruccia. Casucci: “Dalla Asl solo promesse”. Azienda sanitaria: “Tecnici già al lavoro”

379

Nuovo stop per guasto all’impianto di condizionamento dell’aria all’ospedale di Santa Maria alla Gruccia. “Si tratta di un disagio già visto e denunciato – tuona il consigliere regionale della Lega Marco Casucci. Nel mese di luglio il guasto causò gli stessi problemi lasciando al caldo per giorni alcuni reparti del presidio e adesso ci risiamo, con pazienti e personale costretti da tre giorni a subire continui disagi. Ora basta! Non ci accontentiamo più delle promesse della Asl, adesso la Regione Toscana dovrà spiegare come mai non si interviene sull’impianto di condizionamento dell’ospedale”.
“Le persone vengono in ospedale per essere curate e non per soffrire disservizi e medici ed infermieri devono essere messi nelle migliori condizioni per lavorare. Questa non è la Sanità che noi vogliamo – conclude – e per la Lega la sanità è tra le priorità inderogabili”.
Dall’azienda sanitaria arriva la conferma della rottura di una torre evaporativa del sistema di refrigerazione con l’effetto di provocare disagi in alcuni reparti, soprattutto al 4° livello.
I tecnici assicurano dalla direzione aziendale sono già al lavoro e al più presto sarà noleggiata un’altra apparecchiatura simile. L’aria condizionata nel frattempo è stata spenta negli uffici e nelle stanze al momento vuoti per concentrare la potenza del condizionamento laddove serve.