venerdì, Dicembre 2, 2022

A settembre andrà a regime il servizio di trasporto MIV. Agevolazioni per studenti, lavoratori e pensionati

Dopo la prima fase di rodaggio e mesi estivi nei quali, inevitabilmente, ci sono state piccole modifiche nel servizio, a settembre il nuovo sistema di trasporto pubblico del Valdarno. la cosiddetta “Metropolitana di Superficie” tornerà a pieno regime, con alcune lievi variazioni messe a punto anche in funzione delle indicazioni degli utenti.
Oltre agli aggiustamenti di orari e tratte, novità importanti riguardano gli abbonamenti, che avranno maggiore flessibilità rispetto al passato e, sopratutto, una notevole convenienza.
Il 16 settembre ripartirà la scuola e gli studenti che saliranno in pullman potranno ottenere un abbonamento annuale ad un prezzo agevolato, ovvero 252 euro. La tesserà, tra l’altro, potrà consentirgli di spostarsi in tutto il Valdarno. Soltanto un anno fa, per lo stesso abbonamento, avrebbero pagato fino al doppio (468,00 Euro per tratte dai 20 ai 30 km) e per un abbonamento valido 10 mesi anziché 12.
Se poi, sempre gli studenti, presenteranno un’ISEE familiare inferiore a 37 mila euro annuali il costo dell’abbonamento si ridurrà ulteriormente e scenderà a 200 euro.
Ma ci saranno convenienze anche per lavoratori e pensionati, che pagheranno 310 euro l’anno, a fronte dei 556 euro che avrebbero pagato nel 2018 (3° fascia extraurbana tratte tra 21 e 30 km). Anche in questo caso, con ISEE inferiore a 37 mila euro annui, le cifre si ridurranno ulteriormente fino ad arrivare a 260 euro per l’abbonamento annuale, contro i 466 euro dello scorso anno.
All’evidente convenienza si affiancherà poi una maggiore frequenza – cadenzata – delle corse (ogni 30 minuti nel fondovalle, ogni 60 dai capoluoghi collinari) e la possibilità di accedere a una serie di vantaggi e integrazioni con altre tipologie di abbonamento, come l’abbonamento extraurbano.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile