lunedì, Novembre 28, 2022

Figline. Al via il 47° Palio di San Rocco. Ieri sera la processione, stasera la sfilata con i carri delle Porte

Ieri sera, per le vie di Figline, come da rito, si è svolta la processione di apertura delle Feste del Perdono. Ad aprirla, anche il Palio dipinto da Paola Imposimato e alcuni dei figuranti delle 4 Porte: Aretina, Fiorentina, San Francesco e Senese.
Da ieri sera, il Palio si trova in Collegiata, dove è terminata la processione, in attesa di un vincitore. Fino a martedì le buste dei giudizi sui carri che sfileranno questa sera rimarranno sigillate. Saranno aperte dopo lo svolgimento del Palio a Cavallo. Nessuno, fino a quel momento, giudici a parte, saprà l’esito. Ciò sarà determinante, oltre alle gare che si svolgeranno domani, sempre in piazza Ficino, per l’assegnazione dell’ambito premio.
Fino al 1982, al vincitore, veniva consegnato il cosiddetto “Sedano d’oro”, ossia una copia del premio che era custodito nel caveau di una banca. Poi, si preferì il “cencio” dipinto da un artista locale o di fama internazionale. Si ricordano nomi importanti di autori come quello di Paolo Scheggi o di Paola Imposimato stessa.
Oggi la manifestazione prende il nome di “Palio di San Rocco”, ma deriva da una sagra, quella dei “Sedani con la Nana”, ovvero il piatto tipico “inventato” dagli organizzatori dell’epoca, dal quale era nata la kermesse. Domani, infatti, sarà il giorno in cui le famiglie figlinesi metteranno in tavola il succulento e tradizionale “piatto”. Folklore, musica, divertimento e tradizione culinaria sono la cornice di questo evento che sta per giungere al suo cinquantesimo anno di vita.
Il Perdono è, non solo un evento di matrice religiosa, ma anche profana. Infatti, da ieri anche il luna park, nella piazza dello stadio, è stato aperto.
Dopo la processione, sempre in piazza Ficino, si è svolta una sfilata di moda organizzata dalla Proloco “Marsilio Ficino”.