lunedì, Novembre 28, 2022

Uragano Dorian. I familiari della piccola Thalia costretti a spostarsi nella costa occidentale della Florida

In America è allerta massima per il possibile arrivo di “Dorian”, un uragano di categoria 4 estremamente pericoloso, con venti fino a 215 chilometri all’ora. Secondo le previsioni, dovrebbe colpire le coste meridionali della Florida tra lunedì sera e martedì mattina, per poi dirigersi verso le zone centrali dello stato.
Moltissime persone hanno deciso di abbandonare temporaneamente le loro case, facendo centinaia di km e dirigendosi in luoghi più sicuri. Tra questi, la piccola Thalia e i suoi familiari che, da alcuni mesi, si trovano negli Stati Uniti per sottoporre la bambina ad una serie di interventi chirurgici alla gamba. La famiglia di Terranuova, grazie anche ad una grande mobilitazione dei valdarnesi, rimarrà in America per molti mesi e potrà seguire, passo dopo passo, l’evoluzione clinica della piccina, che è già stata sottoposta a due operazioni andate molto bene. L’obiettivo è quello di tornare a farla camminare. Operazione, ad oggi, impossibile a causa di una emimelia tibiale alla gamba sinistra. In pratica le manca la tibia, anomalia rarissima che colpisce un nato su un milione. Per dare alla bambina la possibilità di tornare a vivere un’esistenza normale la famiglia si è trasferita negli Stati Uniti affidandosi alle cure del dottor Paley, uno dei due chirurghi ortopedici al mondo in grado di eseguire la ricostruzione della tibia.
Adesso, purtroppo, questo fuori programma che ha costretto la famiglia di Thalia a lasciare in fretta e furia la casa nella quale abitavano oltreoceano. Sono stati loro stessi a comunicarlo. “In effetti – hanno scritto – pareva un po’ noiosa quest’avventura, avevamo bisogno di un po’ più di movimento… Da tre giorni siamo sulla costa occidentale della Florida. Ci siamo spostati dalla costa orientale perché Dorian, l’uragano che da quattro giorni si sta dirigendo verso la Florida è diretto proprio lì. Pare che la nostra zona, West Palm Beach, sia probabile luogo di impatto e, prese dalla paura, abbiamo deciso di andarcene. Dorian – hannop aggiunto i familiari di Thalia – sta crescendo di potenza giorno dopo giorno e adesso è già di categoria 4, sembra stia per raggiungere la categoria 5 (massima) e prevedono un impatto devastante che potrebbe avvenire tra lunedì o martedì. È probabile che arrivi anche ad Ovest dove siamo noi ora, ma a quel punto sarebbe ormai di categoria 2 o 1.
È una situazione assurda – hanno sottolineato -. E’ la prima volta che ci troviamo a che fare così da vicino con un uragano, qui non parliamo d’altro ormai ed è stressante, anche perché Dorian non si decide ad arrivare. La Florida ha dichiarato lo stato di emergenza da tre giorni e stiamo tutti aspettando. Noi non vediamo l’ora di tornare a West Palm e riprendere la nostra odiata fisioterapia, ma essenziale per Thalia. Non ci voleva proprio questo tipo di situazione. Speriamo che Dorian cambi direzione!”.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile