lunedì, Novembre 28, 2022

San Giovanni: erba alta e disservizi. E il Comune fa scattare le penali per la ditta esterna

Erba alta a San Giovanni: scattano le penali per la ditta esterna che ha in appalto il servizio. Lo hanno deciso gli amministratori comunali dopo le verifiche delle evidenti criticità nei giardini e nelle aree pubbliche del territorio comunale, segnalate a più riprese dai residenti.
“Quotidianamente riscontriamo numerosi disservizi relativi al ritardo con cui alcune zone vengono pulite, alle modalità di sfalcio e di taglio del verde pubblico, che creano, oltre che degrado, anche un pericolo per la deambulazione delle persone – afferma l’esecutivo. Solo per fare un esempio, le condizioni in cui si trova il cimitero comunale dopo il taglio dell’erba – spesso eseguito in ritardo rispetto agli obblighi contrattuali – non è più tollerabile, con le tombe e i monumenti coperti dei residui del taglio dell’erba”.
“Di fronte ad una situazione simile tutta documentata, dopo i numerosi solleciti verbali, gli uffici hanno proceduto, più volte, alla contestazione alla ditta esterna di quanto non eseguito o eseguito malamente, e all’applicazione delle penali previsto dal contratto, anche per importi elevati”.
“Ci scusiamo con la cittadinanza per i disagi subiti, dei quali siamo a conoscenza e alla cui soluzione stiamo lavorando in collaborazione stretta con gli uffici comunali, che controllano, quotidianamente, il lavoro svolto dalla ditta”.
“L’attuale affidamento dello sfalcio dell’erba terminerà la prossima primavera: alla luce delle numerose criticità e problematiche emerse – concludono gli amministratori – per la prossima assegnazione del servizio lavoreremo ad un bando di gara che punti in modo inequivocabile e rigoroso sulla qualità del servizio, sulla tempestività degli interventi e sull’efficienza nell’esecuzione del servizio, al fine di individuare un soggetto affidatario che svolga il lavoro assegnato con impegno e senso di responsabilità, e curi il nostro territorio comunale come merita di essere curato”.