Malotti inizia con una vittoria. Il Montevarchi passa a Bastia. Evidenti segnali di ripresa

683

Malotti è arrivato solo venerdì. Non è Mago Merlino, ma il Montevarchi visto oggi a Bastia è ben altra squadra rispetto a quella, disastrosa, commentata in queste prime due domeniche di campionato. Gli aquilotti hanno vinto 1-0, giocando una gara gagliarda, ma risultato a parte, i rossoblù si sono mostrati compatti e determinati, lontani parenti rispetto a quelli sconclusionati di inizio campionato. Certo, il Bastia ha sbagliato un calcio di rigore e la gara sarebbe potuto finire in pareggio, ma la sostanza non cambia. I valdarnesi, applauditi dal pubblico accorso dal Valdarno, sembra abbiano cambiato marcia.
Parte bene la formazione di Malotti e dopo soli tre minuti crea il primo pericolo. Cross velenoso dalla sinistra di Mosti ed Essoussi, a due passi dalla porta, viene anticipato di un soffio. Ottimo approccio dell’Aquila. Piano piano però il Bastia avanza il baricentro del gioco e inizia a rendersi pericoloso. Al 12° punizione dalla destra e colpo di testa di Bolletta con la sfera che sfiora il palo e termina sul fondo. La partita si mantiene equilibrata. I rossoblù evidenziano passi in avanti rispetto alle ultime, sconcertanti prestazioni, anche se le palle goal si contano con il contagocce. Il tempo si chiude così sullo 0-0.
Nella ripresa gli aquilotti partono ancora una volta aggressivi. Al 5° velenosa punizione di Moracci dalla sinistra, para in presa plastica De Vincenzi. Un minuto dopo contropiede velocissimo dell’Aquila con Mosti che serve Essoussi fermato in maniera miracolosa a pochi passi dalla porta. Cresce la formazione di Malotti e al 7° passa in vantaggio. Lischi fugge sulla destra e crossa al centro. Colpo di testa di Amatucci a pochi metri dalla porta e palla in fondo al sacco. Grande inizio di ripresa dei valdarnesi. All’11° gran tiro dal limite dell’area di Rosignoli palla che termina fuori di poco. Ma i rossoblù non arretrano e al 13° una punizione di Moracci dai 30 metri costringe alla presa plastica De Vincenzi. Al 23° Giustarini, subentrato nel frattempo a Bura, si presenta al limite dell’area e batte a rete. Para centralmente il portiere del Bastia. Al 33° però la formazione di casa usufruisce di un calcio di rigore. Fallo in area su Boboko e il direttore di gara assegna il penalty. Dal dischetto si presenta Giglio ma la sfera sbatte sul palo alla destra di Monti. Si salva l’Aquila, che rimane in vantaggio. Soffre in questa fase la squadra di Malotti, che in difesa concede qualche spazio di troppo. Al 38° Corriale, lasciato incredibilmente solo in area batte a rete ma la palla è troppo centrale e para Monti. E’ l’ultimo sussulto della partita, che finisce con la vittoria dell’Aquila.

BASTIA – De Vincenzi, Marconi, Bolletta, Menchinella, Russo, Gori, Corriale, Bokoko, Giglio, Rufini, Rosignoli
A disposizione: Meniconi, Gremizzi, Boninsegni, Convito, Rondoni, Belloni, Berettoni, Sylla, Felici
All. Ortolani

MONTEVARCHI – Monti, Martinelli, Moracci, Donatini, Essoussi, Biagi, Bura, Zini, Amatucci, Lischi, Amatucci
A disposizione: Bucciero, Cavallini, Bernardini, Giustarini, Gistri, Adami, Mannella, Migliorini, Fofi
All. Malotti

Arbitro: Diop di Treviglio