Apre in Valdarno la prima “Stoviglioteca”. E’ la nuova iniziativa dell’associazione “Tra mamme Toscana”

4117

Apre in Valdarno la prima “Stoviglioteca”. A dare corpo all’iniziativa l’associazione “Tra mamme Toscana” che ha pensato di contribuire in concreto alla tutela dell’ambiente con una proposta, spiegano le promotrici, per eliminare i materiali usa e getta che vengono adoperati durante i ritrovi per i compleanni o le ricorrenze di figli e nipoti.
“In Italia ne stanno nascendo tante – dicono – e l’idea ci è piaciuta tantissimo. La stoviglioteca è un servizio di prestito gratuito di piatti, bicchieri, ciotole, posate e vassoi in plastica dura, atossici e lavabili, e si rivolge a tutte i nuclei familiari intenzionati ad organizzare feste o cene ecologiche”.
L’associazione ha acquistato un kit per 60 coperti ed ora lo mette a disposizione gratuitamente di tutti coloro che ne vorranno usufruire. Chiede come contropartita soltanto una piccola offerta simbolica, destinata alla cura delle stoviglie.
Chi volesse maggiori informazioni o approfittare dell’opportunità prenotando il pacchetto può inviare una mail all’indirizzo tramammetoscana2015@gmail.com.
Si tratta di una nuova progettualità del sodalizio nato nel marzo del 2017 su input di 10 mamme, amministratrici e moderatrici dell’omonimo gruppo Facebook, con l’intento di riunire il maggior numero possibile di donne, con un unico fondamentale denominatore di essere madri, per aiutare le famiglie più bisognose, attraverso scambio di vestiti e oggetti per la prima infanzia. In seguito sono stati organizzati appuntamenti a scopo benefico, a cominciare dai mercatini per il Meyer, sino alle raccolte di fondi per i due bimbi valdarnesi Diego e Thalia che stanno affrontando un percorso di terapia e cura negli Stati Uniti.