sabato, Dicembre 3, 2022

Terranuova. Stasera si chiudono le Feste del Perdono

Stasera cala il sipario sul Perdono di Terranuova Bracciolini. Nonostante il maltempo, con nuvole nere e pioggia sia domenica pomeriggio che, in parte, nella giornata di ieri, le presenze alla più importante manifestazione dell’anno in Valdarno sono state elevate. Ieri, nel primo mattino, serpentone di auto da Montevarchi a Terranuova. Decine di migliaia di persone hanno preso parte alla tradizionale fiera nazionale degli uccelli da richiamo, aggirandosi poi tra gli stand degli ambulanti, più di 250, dislocati un po’ ovunque e tra gli spazi della manifestazione zootecnica e della mostra degli animali da cortile. Molti bambini anche all’esibizione dei butteri e alla dimostrazione della mungitura. Dal punto di vista degli affari, molti espositori, come da tradizione, hanno fatto il pieno. Oggi sarà il giorno di chiusura. Il martedì, tradizionalmente, è dedicato allo sport e in particolar modo al ciclismo.
Alle 13.00 infatti, dal viale Europa, partirà la gara ciclistica internazionale dilettanti elite under 23 denominata Ruota D’Oro. Una competizione di altissimo livello, cui prenderanno parte moltissimi corridori provenienti da tutta Italia. L’arrivo è previsto per le ore 17.00. In serata spazio alla musica, con il concerto della Filarmonica Giuseppe Verdi e ai tradizionali fuochi artificiali, che chiuderanno, come sempre, non solo il Perdono di Terranuova, ma la lunga scia dei Perdoni di tutto il Valdarno. Poi, sarà tempo di bilanci, ma alla Pro Loco si pregustano numeri importanti. Difficile dire se sia stato abbattuto il muro delle trecentomila presenze. Secondo stime ovviamente non ufficiali, tra sabato sera, domenica e lunedì Terranuova è stata presa d’assalto da almeno duecentomila visitatori.
Le condizioni climatiche hanno pesato in parte. Soprattutto domenica la pioggia ha scoraggiato qualche visitatore, ma l’affluenza è stata elevata, soprattutto al mattino. Ha funzionato a pieno regime anche la navetta istituita in località Le Coste. Parcheggi pieni e auto in sosta anche lungo la circonvallazione e lavoro costante per gli uomini della polizia municipale del corpo associato, coadiuvati per l’occasione dai volontari e dalla Protezione Civile. Chiuso il sipario, per la Pro Loco solo qualche settimana di riposo. Da ottobre si comincerà a pensare all’edizione 2020 di quella che è, da sempre, la più importante del Valdarno. Il Perdono di Terranuova è ormai una tradizione consolidata.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile