giovedì, Dicembre 1, 2022

Terranuova: lotta all’abusivismo commerciale al Perdono. Sequestrata merce contraffatta alla stazione ferroviaria di Montevarchi

Lotta all’abusivismo commerciale durante il Perdono di Terranuova. I Carabinieri della Compagnia di San Giovanni hanno fermato gli ambulanti irregolari, secondo un cliché ormai consolidato, alle stazioni ferroviarie di vallata, sequestrando la merce prima che potessero raggiungere vie e piazze della città di Poggio Bracciolini per evitare le proteste di chi aveva pagato regolarmente il suolo pubblico e rischi ai presenti, come avvenuto nel 2016.
Allora circa 250 stranieri di varie nazionalità che avevano raggiunto l’abitato terranuovese per vendere prodotti nella maggior parte dei casi contraffatti fecero fronte comune contro le forze dell’ordine che li controllavano, dando vita a una protesta non sfociata solo per un caso in duelli rusticani tra contendenti armati di utensili pericolosi e coltelli prelevati tra quelli esposti sui banchi.
Stavolta in particolare i militari hanno sequestrato allo scalo ferroviario di Montevarchi decine di giubbotti falsi di alcune note marche e una miriade ombrelli che i venditori senza permesso hanno abbandonato dandosi alla fuga alla vista degli uomini in divisa. La stretta sinergia tra la Compagnia dei Carabinieri quella della Guardia di Finanza, unite alla collaborazione con l’amministrazione comunale di Terranuova che ha messo in campo diversi stewards di società specializzate, ha consentito di constatare nell’edizione del Perdono ormai in archivio un calo sensibile dell’abusivismo rispetto alle passate edizioni e anche all’anno scorso anno, quando già si era provveduto a limitare la presenza di esercenti improvvisati.
Nell’arco della manifestazione, inoltre, il personale dell’Arma ha poi identificato un cittadino rumeno che era stato segnalato per aver riproposto insieme a tre complici, che se l’erano data a gambe, il classico gioco delle tre campanelle. Proposto per lui il foglio di via dal territorio comunale.