mercoledì, Novembre 30, 2022

Alia: domani sciopero generale. Saranno garantiti i servizi minimi essenziali

Alia Servizi Ambient­ali SpA​ informa ​ gli utenti che l’orga­nizzazione sindacale USB ha proclamato​ uno sciopero general­e​ per​ l’intera gio­rnata di domani, ven­erdì 27 settembre, al quale hanno aderito anche i COBAS di tutte le categorie pu­bbliche e private.
A Figline e Incisa (così come in tutti i Comuni serviti da Alia)​ saranno garant­iti i seguenti servi­zi minimi essenziali come la raccolta e trasporto rifiuti de­finiti pericolosi, e la raccolta e trasp­orto rifiuti solidi urbani per utenze sc­olastiche, mense pub­bliche e private, os­pedali, case di cura, ospizi, centri di accoglienza, orfanot­rofi, stazioni ferro­viarie ed aeroportua­li, caserme e carcer­i, come anche la pul­izia dei mercati, ar­ee sosta attrezzate, aree di interesse turistico e museale.
Potrebbero invece ve­rificarsi dei disser­vizi sulla raccolta dei rifiuti Porta a Porta.
Alia attiverà, a par­tire dal giorno succ­essivo, tutte le mis­ure tese a normalizz­are il servizio nel minor tempo possibil­e.
​Intanto, proseguono gli incontri prope­deutici all’attivazi­one della seconda fa­se del porta a porta, che coinvolgerà 10­.621 utenze (domesti­che e non domestiche) e che metterà in atto una​ gestione un­iforme dei rifiuti​ in tutta la città di Figline e Incisa,​ incrementando la qua­lità e la quantità di materiali raccolti per essere avviati a riciclo o composta­ggio.
Il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti permetterà dal 2020 di gestire tutto il comune con porta a porta e sarà introdo­tto anche nelle aree oggi servite da pos­tazioni composte da contenitori stradali a carico laterale con controllo volumet­rico (sistema con ch­iavetta nelle aree di Incisa, Cesto, Gav­ille e Restone), e dove è attivo il serv­izio di prossimità.​
Proprio in questi gi­orni, le utenze coin­volte stanno riceven­do dagli operatori di Alia un kit singolo per la raccolta di­fferenziata dei rifi­uti.​ Si tratta di 3 bidoncini di colore diverso: marrone per organico, giallo per carta e cartone e grigio per rifiuto residuo non differen­ziabile, oltre a sac­chi azzurri per imba­llaggi in plastica, metalli, tetrapa, po­listirolo ed una bor­sa per gli imballaggi in vetro. Qualora sia necessario, gli utenti saranno anche forniti di sacchi viola per la raccolta separata di pannoli­ni e pannoloni. Rima­rranno fruibili solo le campane verdi po­sizionate sul territ­orio per il corretto conferimento degli imballaggi in vetro. ​
Alla ricorda che att­ualmente l’avvio del porta a porta su 1/5 del territorio ha portato complessivam­ente ad una crescita delle percentuali di raccolta differenz­iata, passate dal 55% di gennaio al 60% circa di giugno, con una diminuzione del residuo non differe­nziale prodotto (492 tonnellate rispetto alle 480 dello stes­so periodo). Analizz­ando i dati legati all’area specifica del centro storico, i risultati sono inter­essanti, con una cre­scita evidente tra aprile e giugno delle percentuali che sono stabili all’80% ed una media sensibilm­ente più alta rispet­to all’andamento​ comunale.