San Giovanni: nuova sede per Blanket Studio nel cuore della città

2859

Quando apre un’attività nel centro storico di una delle città valdarnesi dove non mancano le saracinesche che si abbassano è già una buona notizia. Ma se ad insediarsi, in questo caso a San Giovanni, è una realtà emergente e peraltro composta da giovani di talento che hanno già conquistato notorietà e consensi ben aldilà dei confini della valle, la soddisfazione è doppia. E non a caso domenica scorsa al taglio del nastro di Blanket Studio, in via Suor Elena Gori, è arrivato anche il sindaco Valentina Vadi.
L’inaugurazione porta nuova linfa nel cuore della patria natale di Masaccio perché riunisce un gruppo di videomaker che fin dall’adolescenza è riuscito a trasformare in un lavoro la propria passione per le immagini “emozionali” e mai scontante.
“Pionieri” dell’avventura Roberto D’Adorante e Lorenzo Donnini con Daniele Matteagi che hanno aperto un laboratorio di produzione video con un portfolio che va dai classici redazionali per le aziende al mondo dei matrimoni, grazie al brand parallelo lanciato nel gennaio scorso “Yes! Wedding videos”, sino ad arrivare al campo della musica. E qui l’esperienza è ormai consolidata. Come dimostrano gli oltre 30 videoclip all’attivo e le collaborazioni con alcuni tra gli autori e gli interpreti più interessanti del panorama indipendente. Da Bobo Rondelli a Lo Stato Sociale, da La Municipàl agli Ex-Otago, protagonisti anche sul palco dell’ultimo Sanremo, fino ai Bowland che spopolarono a X Factor nel 2018. Proprio per la band iraniana-fiorentina Blanket creò la clip del brano “Green Twilight” di rara suggestione ambientata nei circuiti di Bellosguardo a Cavriglia.
“La nostra sfida – hanno ricordato i tre artisti dell’immagine – vuole essere duplice: dimostrare che i ragazzi di oggi possono raggiungere i propri obiettivi con sacrificio e forza di volontà e creare nel territorio un nuovo punto di riferimento nella creazione di contenuti video per tutti”.