28 Gennaio 2021 - 13:59

Cavriglia. Proseguono le iniziative ad “Officina Klee”. Molti eventi il prossimo week end

Porte aperte ad Officina Klee, lo spazio polifunzionale di Cavriglia, che, questo fine settimana, da venerdì a domenica, ospiterà un festival con incontri, musica, teatro e buone pratiche di vita sostenibile.
Tra gli eventi, ​ un “talk” con​ Open Arms Italia, l’associazione non governativa impegnata nel Mediterraneo con il lavoro di ricerca e soccorso. Poi sarà la musica a fare da protagonista con il​ reggae di Raphael e Paolo Angelo Parpaglione,​ il rock di​ Mahout​ e il folk delle livornesi​ De Soda Sisters.
“In un periodo di divisioni come questo che stiamo vivendo, vogliamo proporre una tre giorni completamente inclusiva, piena di confronti e dibattiti, totalmente gratuita – ha detto​ Sergio Formica di Officina Klee –. Il festival si sposa perfettamente con l’idea di mantenere aperte le nostre porte alla cittadinanza ed alle istituzioni, al fine di partecipare ad un confronto genuino su tematiche eticamente importanti a cui Officina Klee tiene particolarmente”.
I temi riguarderanno anche l’agricoltura e l’alimentazione sostenibile, pilastro del progetto di economia circolare nel Valdarno dei ragazzi di Officina Klee, grazie al coinvolgimento delle realtà Genuino Clandestino e​ Brigata Mattarelli.​ Quest’ultima si struttura come​ una pizzeria popolare. Una sorta di cucina di socialità, che mira a portare pasti a chiunque ne abbia bisogno, ​ sia nelle strade che negli spazi di partecipazione collettiva. Con gli stessi intenti agisce​ Genuino Clandestino, un gruppo di persone che tiene alla conservazione delle virtù del lavoro contadino, per mantenere ricca la diversità di paesaggi, piante e animali, e vivi i saperi, le tecniche, nonché le campagne e le montagne, grazie a prodotti locali di qualità.
Tornando alla musica venerdì 15 novembre sarà protagonista il prodigio del reggae italiano, Raphael.
Sabato aprirà la serata il dj set del SOUL Rockers Sound System, il neonato sound di Francesco aka Scratching Sounds e Nico, e una​ special guest: Paolo Angelo Parpaglione. Sul palco fino a tardi arriverà poi il​ live dei Mahout.
Il 16 novembre sarà anche il giorno della presentazione di​ una storia singolare, raccontata nel libro “Nikolaj Bujanov – Un sacrificio che viene da lontano“ di Davide Torelli, presente all’incontro. Un volume legato ai ​ tremendi eccidi nazifascisti del 4 Luglio 1944.
A chiusura di festival, nella​ serata di domenica ci saranno i De’ Soda Sisters, un trio tutto al femminile con​ Benedetta Pallesi, Veronica Bigontina e Lisa Santinelli. A seguire il​ dj set con Folie à Deux.