28 Gennaio 2021 - 11:37

Alla biblioteca “Ficino” di Figline si legge e si studia circondati dalle opere di Arturo Badii

Rimarrà aperta fino al 7 dicembre, alla biblioteca Marsilio Ficino di Figline,​ la mostra “La mia arte in ferro”,​ inaugurata lo scorso sabato in occasione di Autumnia.​
Un allestimento che “contamina”, in maniera artistica, gli spazi della biblioteca comunale, appena rinnovati con una nuova pavimentazione e nuove imbiancature,​ grazie alla presenza di alcune opere di Arturo Badii, fabbro, artista del ferro e socio dell’associazione Civiltà Contadina di Gaville, scegliendo quelle a tema ambiente, agricoltura e alimentazione, che sono state centrali nella manifestazione di Autumnia.​
In mostra, tra un libro e uno scaffale, si trovano quindi​ diverse sculture in metallo,​ che rappresentano scene di vita campestre, richiami ai​ prodotti agricoli locali e al paesaggio​ tipicamente toscano.​
Per vederle dal vivo, e per leggere o studiare circondati dall’arte, basta recarsi nei locali di​ via Locchi, a Figline, in orario di apertura della biblioteca.
Badii è molto legato al territorio di Figline e Incisa Valdarno, non solo per le sue attività di volontariato e per la​ partecipazione a tante edizioni di Autumnia, ma anche​ per aver donato al Comune, nel 2015, il​ “Cipresso della Pace”,​ opera in ferro​ battuto​ alta 3 metri e posizionata in via XX settembre a Incisa.​ ​