Scuole aperte in Valdarno. Allerta gialla e arancione. La situazione a Figline Incisa, Rignano e San Giovanni

1138

In Valdarno la situazione relativa al maltempo si sta normalizzando e domani le scuole saranno aperte in tutta la vallata. Questo lunedì ci sarà un’allerta gialla sul reticolo idraulico minore (torrenti) e arancione sul reticolo idraulico principale (fiume Arno). A Figline e Incisa Valdarno la sindaca Giulia Mugnai ha ricevuto rassicurazioni dal Centro regionale di Protezione Civile riguardo alla situazione meteo per le prossime ore e per questo gli istituti scolastici apriranno regolarmente.  Tra l’altro, stanno arrivando in Municipio alcuni messaggi circa notizie fuorvianti. “Ci hanno riferito che avremmo inviato la comunicazione di un’allerta meteo codice rosso.La notizia è falsa – hanno precisato dal Comune – . Diffidiamo dal diffondere notizie false e invitiamo i cittadini ad informarsi tramite i canali ufficiali”. A Figline e Incisa Valdarno, il territorio maggiormente colpito dal maltempo, il sistema di Protezione Civile resterà comunque attivo anche nella notte, con la presenza di squadre delle associazioni di volontariato su tutto il territorio: per le sole segnalazioni di emergenza è attivo il numero telefonico 334.6065619.
A Figline resta chiuso solo il sottopasso che collega piazza della Libertà a piazza Caduti di Pian d’Albero, mentre è stato riaperto anche il sottopasso di via Fratelli Cervi. Le strade nei pressi della stazione FS (piazza Caduti Pian d’Albero, via Arno e via Don Mazzolari) sono tutte libere e praticabili.
A Incisa restano chiusi il parcheggio di via Olimpia e il sottopasso di via Garibaldi nei piani dell’Arno. A causa di una frana è chiusa la strada che da L’Entrata porta a Poggio alla Croce da 200 metri prima del bivio per il cimitero. Domattina saranno effettuate verifiche per valutarne la riapertura.
A Rignano sull’Arno il Comune, dopo un confronto con il Centro Intercomunale di Protezione Civile, con la Dirigenza Scolastica e la Responsabile delll’Ufficio Scuola, ha deciso che le scuole domani saranno aperte.
Il consiglio è quello di prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d’acqua e nel transito delle zone depresse, ad esempio i sottopassi stradali. Il Comune di Rignano ha poi invitato i cittadini a non attraversare le aree allagate anche se apparentemente con poca acqua.
A San Giovanni Valdarno il punto della situazione in serata è stato fatto direttamente dal sindaco Valentina Vadi. “”La situazione nel territorio comunale, dopo gli intensi temporali di ieri, di questa notte e in parte di stamani che hanno provocato alcuni episodi di forte disagio, sta tornando alla normalità, e, come indicato dalle previsioni, le piogge dal pomeriggio hanno cominciato a diminuire – ha detto -. Rimane sotto osservazione il fiume Arno, dopo l’apertura della diga di Levane avvenuta nelle prime ore di questa mattina, anche se la fase di maggiore criticità è terminata nel primo pomeriggio e il livello del fiume adesso è sceso rispetto a stamani, anche se resta comunque alto. I corsi d’acqua minori risultano sotto controllo e non si sono verificati episodi di esondazione significativi e pericolosi”.
Il sindaco di San Giovanni ha poi voluto ringraziare le squadre di tecnici e operai manutentori del Comune che hanno monitorato tutta la notte e durante il giorno i corsi d’acqua minori e l’Arno, i sottopassi e le zone di criticità del territorio comunale, intervenendo e fornendo costanti aggiornamenti ed informazioni. Il monitoraggio del territorio continuerà anche nelle prossime ore e nella giornata di domani.