30 Ottobre 2020 - 16:55

Santa Maria alla Gruccia ospedale di primo livello. La soddisfazione dei consiglieri regionali De Robertis e Tartaro

La Regione riconosce l’ospedale di Santa Maria alla Gruccia come presidio di primo livello. Deliberata ieri dalla Giunta regionale, la nuova classificazione è stata annunciata oggi in conferenza stampa dall’assessore regionale alla salute Stefania Saccardi ed è grande la soddisfazione dei consiglieri regionali De Robertis e Tartaro.
“La classificazione dell’ospedale di Montevarchi come presidio di primo livello era un impegno che avevamo assunto a primavera del 2018 con una mozione in Consiglio regionale – ha ricordato la vicepresidente del Consiglio regionale Lucia De Robertis – , consapevoli della sua particolarità di struttura di riferimento per il territorio di ben due aree vaste. L’approvazione del Piano sanitario e sociale integrato, con la definizione della nuova programmazione sanitaria territoriale ed ospedaliera, era passaggio obbligato per poter procedere alla riclassificazione. L’impegno che avevamo preso coi cittadini lo abbiamo mantenuto, preferendo alle polemiche giornalistiche di qualcuno il concentrarsi sulle cose da fare per raggiungere l’obiettivo. Che non sono state poche”.
“Grazie al lavoro fatto congiuntamente fra Regione, conferenza di zona e azienda sanitaria – ha aggiunto il consigliere valdagnese del Partito Democratico Simone Tartaro – oggi arriviamo a questo importante risultato per tutto il Valdarno. La riclassificazione de La Gruccia è la prima cosa che mi è stata chiesta dal territorio appena arrivato in Consiglio regionale. Ora vigileremo perché al riconoscimento giuridico faccia rapidamente seguito il rapido adeguamento della struttura sotto i profili organizzativi, strumentali e tecnologici”.