30 Ottobre 2020 - 17:54

Accusa della Lega: “A Terranuova il nostro gazebo forse dà fastidio!”

A Terranuova Bracciolini la disposizione del gazebo della Lega in occasione della Fiera Antiquaria ha innescato una polemica sollevata da Simone Badii, Commissario leghista del Valdarno aretino, da Filippo Fiani, Responsabile comunale della Lega e da Massimo Mugnai, Consigliere del gruppo di centro destra.
“A Terranuova il nostro gazebo forse dà fastidio!”, hanno detto. “Nel mese di dicembre – hanno spiegato – ci è stata data la possibilità di tenere il nostro gazebo durante la Festa dell’Antiquariato nel centro del paese e adesso, sul filo di lana, ci possono concedere soltanto un luogo nascosto a chi la frequenta! Prima ci è stato proposto piazza Liberazione o piazza San Francesco, lontane dal centro, per poi finire nascosti da un divieto di accesso alle spalle degli espositori”.
“Nonostante che la sede assegnata fosse umiliante perchè nascosta da un vaso spartitraffico e nonostante chiunque ci avesse voluto raggiungere avrebbe dovuto aggirare e passare dal retro dei banchi, avremmo accettato se solo, e questo è il fatto gravissimo, la risposta non fosse arrivata con tale ritardo da renderci impossibile il pagamento del bollo, necessario a ricevere l’autorizzazione proposta – ha aggiunto la Lega -. Chiedere un permesso con un mese di anticipo e ricevere risposta l’ultimo giorno disponibile, un’ora prima della chiusura degli uffici ci ha spiazzato. Tutto ciò denota un atteggiamento gravemente lesivo della nostra libertà di espressione, libertà che sembra garantita e coadiuvata, purchè non si tratti della Lega”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile