22 Febbraio 2020 - 20:17

Sangiovannese-Gavorrano 1-2: quinta sconfitta di fila per gli azzurri, ora nei guai

Al Virgilio Fedini si affrontano Sangiovannese e Gavorrano per la diciannnovesima giornata del campionato di Serie D Girone E. Circa 400 gli spettatori presenti per quello che, a dispetto delle ambizioni estive dei grossetani, è uno scontro salvezza: il Marzocco è a +4 sulla zona play-out, mentre i minerari inseguono due punti dietro. Prima del fischio d’inizio i ragazzi della Gradinata espongono uno striscione dedicato a Ruben, 14enne sangiovannese ricoverato a Siena dopo un grave incidente stradale.

La Sangiovannese parte subito forte: dopo due minuti Baldesi in area di rigore colpisce il palo interno, con la palla che attraversa l’area piccola senza incrociare nessun attaccante azzurro. All’ 8′ rispondono gli ospiti, ma la conclusione di Brega è di facile presa per Scarpelli. Il Gavorrano prende campo e al 15′, dopo un tiro dalla distanza, sulla respinta il colpo di testa di Bruni impatta sulla traversa. Ospiti che si fanno di nuovo vedere in area azzurra, dopo vari rimpalli è Ferraresi a cercare il gol con un tiro ravvicinato, senza trovarlo. Al 33′ su un cross dalla destra Brega colpisce di testa costringendo Scarpelli a una parata di gran livello. A 4 minuti dalla fine della prima frazione l’uno-due fra Mencagli e Guidotti si esaurisce con un tiro sul fondo dell’ex-Fortis Juventus. E’ al 44′ che il Gavorrano passa in vantaggio: Brega crossa in area colpendo il palo, la respinta è preda di Lepri, che conclude a rete. Pronti via inizia il secondo tempo e gli azzurri pareggiano subito: Mencagli si porta il pallone sulla linea di fondo, il suo cross trova Guidotti a centro area, che conclude indisturbato in rete. Al 12′ la Sangio va addirittura vicino al vantaggio: Muscas crossa dalla sinistra, Mencagli non impatta sul pallone e la palla attraversa l’area senza creare pericoli per gli ospiti. Dalla parte opposta la risposta è immediata con un’azione simile: il cross pericoloso di Grifoni non trova nessuno in area. Al 23′ il Gavorrano passa di nuovo in vantaggio: su un lancio dalla destra è il neo-arrivato Lorenzo Benedettti ad agganciare il pallone e concludere nell’angolo alla sinistra di Scarpelli; è sospetta la posizione del 17 ospite, forse in fuorigioco, ma l’arbitro convalida, 2-1. Gli azzurri cercano di prendere il controllo della gara e al 35′ Guidotti piazza un cross teso in area che viene respinto dall’estremo ospite. Appena il Marzocco molla la presa i grossetani vanno vicino al terzo gol: il dialogo fra Benedetti e Brega termina con il colpo di testa di quest’ultimo che sorvola di pochissimo la traversa. La Sangio non riesce a reagire adeguatamente, anzi sono gli ospiti ad avere più occasioni, e la gara si conclude sul punteggio di 1-2. E’ la quinta sconfitta di fila per i ragazzi di Calori, sorpassati proprio dal Gavorrano e adesso a un solo punto di vantaggio sullla zona play-out.