24 Febbraio 2020 - 03:01

Silvia Chiassai al Quirinale in qualità di Vice Presidente dell’UPI. Una delegazione ricevuta da Mattarella

Silvia Chiassai Martini, Vice Presidente dell’Unione delle Province d’Italia, stamani ha fatto parte della delegazione ricevuta al Quirinale che ha consegnato al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la pubblicazione con l’elenco dei Comuni che hanno sottoscritto l’Ordine del Giorno a sostegno delle Province.
L’odg è stato appoggiato da 4.313 Comuni (circa il 77% del totale) e chiede di procedere al rafforzamento e alla valorizzazione di queste Istituzioni. Un elenco che tiene insieme tutto il Paese, dai comuni più piccoli alle Città capoluogo, e che oggi è stato consegnato direttamente nelle mani del Capo dello Stato.
Lo stesso Mattarella ha ricordato che le Province sono una Istituzione necessaria per le comunità, perché assicurano a chi vive sia nelle aree interne che nei grandi centri abitati uguale diritto ai servizi essenziali. È stata evidenziata quindi l’importanza delle Province per le città. Questi enti sono fondamentali per la coesione e il governo dei territori, per la sicurezza nelle scuole, per la gestione delle strade e per il contrasto al dissesto idrogeologico.
“Noi oggi, dal Presidente della Repubblica, – ha detto Silvia Chiassai Martini – abbiamo idealmente rappresentato queste comunità che chiedono a Parlamento e Governo di risolvere, con urgenza, questa situazione di incertezza, finanziaria e istituzionale, portata avanti ormai da troppo tempo. Le Province devono essere considerate come Istituzioni che possono contribuire al rilancio dello sviluppo del territorio attraverso un piano degli investimenti che ci permetta di essere orgogliosi delle scuole e delle infrastrutture del Paese. Nelle prossime settimane – ha concluso – consegneremo questo elenco proprio a Governo e Parlamento insieme ad un piano dettagliato delle opere pubbliche, pronte per essere trasformate in cantieri. Siamo certi che su questi temi sentiremo forte il sostegno del Capo dello Stato”.