26 Febbraio 2020 - 08:53
More

    Trasporto pubblico in Valdarno Fiorentino. La vicenda approda in Consiglio Comunale a Figline Incisa

    Aniello Squillante e Chiara Guzzo, portavoci e tra i promotori del gruppo social “Studenti Valdarno per migliorare il trasporto pubblico”, hanno sollevato in passato alcune problematiche legate al Trasporto Pubblico Locale (TPL) nel Valdarno Fiorentino. Un gruppo nato dall’esigenza di dar voce a chi usufruisce del servizio autobus per migliorarlo, confrontandosi sui vari problemi. Recentemente hanno chiesto alla consigliera del consiglio comunale di Figline Giorgia Arcamone di riportate le loro istanze ed è stato fatto tramite una mozione che è stata presentata all’interno del parlamentino cittadino. “Vanno i nostri sentiti ringraziamenti al Consiglio Comunale di Figline Incisa Valdarno,in particolare a Giorgia Arcamone per aver presentato il documento che chiedeva contributi per abbonamenti annuali ordinari riservati agli studenti e per il miglioramento del servizio di trasporto pubblico offerto”, hanno detto.
    “Ringraziamo anche chi ci ha supportato e firmato,nonché il Difensore Civico nel Suo fondamentale ruolo di intermediazione – hanno aggiunto Squillante e Guzzo -. Dopo anni di richieste a volte inascoltate è stata finalmente approvata una mozione ben fatta, frutto delle segnalazioni degli utenti del TPL. Ora ci aspettiamo che l’Amministrazione Comunale adempia all’impegno preso. Resta comunque la questione dell’estensione MIV a tutto il territorio del Valdarno, speriamo quindi che questo sia l’avvio di un percorso volto ad ottenere dei risultati concreti per gli utenti del TPL,in sinergia con la Regione,la Città Metropolitana di Firenze e il Comune di Reggello”. La rappresentanza degli studenti ha ricordato che con l’introduzione della MIV in Valdarno Aretino si sono verificate importanti differenze in termini economici rispetto al Valdarno Fiorentino. Nello specifico gli abbonamenti sono più vantaggiosi, offrendo un servizio di circolari continue, con biglietti orari.