30 Ottobre 2020 - 18:04

Rotatoria davanti al Casello A1 di Incisa Reggello, il consigliere reggellese Grandis torna di nuovo alla carica. “Metrocittà inadeguata”

I lavori per la realizzazione della rotatoria davanti al casello A1 di Incisa Reggello ancora non sono terminati, sebbene la rotonda sia aperta da diverse settimane.Mancano ancora degli interventi da fare e questo crea situazioni di pericolo per gli automobilisti in transito. A tornare di nuovo sulla questione è il consigliere del Movimento 5 Stelle a Reggello Roberto Grandis. “In una serata con pioggia e un velo abbastanza pesante di nebbia è facile imboccare la rotatoria nella corsia sbagliatala ossia in contromano (sono stato testimone), nel tratto che va da Incisa verso Reggello, complice una scarsa illuminazione ed una segnaletica assente. Solo chi ha conoscenza del tratto ha la probabilità di azzeccare l’accesso alla rotatoria. Ricordiamo che ‘l’opera’ doveva essere finita a giugno dalla inadeguata ditta appaltatrice dei lavori- prosegue Grandis- ma ancora giace senza asfaltatura idonea, segnaletica orizzontale e verticale e cosa essenziale senza una adeguata illuminazione. Forse il dirigente della Città Metropolitana si è già dimenticato che lo stesso ente si era impegnato a terminare il lavori per fine 2019.Da quello che i cittadini stanno appurando, anche la Metrocittà si è resa protagonista di inadempienze poiché oltre la rotatoria, ci sono stati segnalati casi di incidenti dovuti al mancato spargimento di sale nelle strade provinciali della zona del comune di Reggello, nel tratto Cancelli-Leccio. Pensiamo che la gestione da parte della Città Metropolitana sia inadeguata, poco presente sul territorio e non risponda alle esigenze della viabilità nel Valdarno.“
Grandis termina ponendo una domanda alla Città Metropolitana: “pensate di farcela a mettere in sicurezza e rendere usufruibile al meglio la rotatoria per la fine di giugno oppure preferite ed è più sicuro il completamento dei lavori per il 31 dicembre 2020?”

Serena Paoletti
Redattrice