28 Maggio 2020 - 16:53
More

    Il Comitato Vittime di Podere Rota. “I rifiuti in arrivo dal Lazio mai nella discarica di Terranuova!”

    Il Comitato Vittime di Podere Rota ha appreso con preoccupazione la notizia circa l’arrivo, in Toscana, di 13.500 tonnellate di rifiuti indifferenziati provenienti dal Lazio. “L’assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio, – ha precisato il presidente del Comitato Antonio Lisciandro – ringrazia il governatore Enrico Rossi e l’amministrazione Toscana per l’attenzione e disponibilità dimostrata! Noi purtroppo non possiamo fare altrettanto! Noi, vittime della discarica di Podere Rota e di un sistema di gestione rifiuti che ha solo impoverito il nostro territorio e ci ha resi schiavi di interessi speculativi, di gravi disagi e preoccupazioni per la nostra salute, per i nostri beni e per il nostro ambiente, non possiamo ringraziare chi svende il nostro territorio! Abbiamo dato per decenni accoglienza ai rifiuti e alle emergenze di tutti – ha aggiunto il Comitato -. E ora i Governatori, che già gestiscono con difficoltà i rifiuti toscani e la loro ripartizione per singole ATO, devono prestare attenzione ai nostri rifiuti e dare disponibilità ai nostri problemi e al nostro territorio”. Lisciandro ha affermato di non sapere ancora dove saranno destinati questi rifiuti che arrivano da Roma. “Ma una cosa è certa – ha tuonato -. Nè questi, nè altri devono arrivare, nè ora, nè mai a Podere Rota! La discarica è stata ampliata per farsi carico prevalentemente dei rifiuti fuori ambito e delle altre regioni e ora non è più giustificabile nessun altro suo ampliamento! Deve chiudere nel 2021 e il territorio bonificato”. Il Comitato ha quindi chiesto urgentemente a tutti i Sindaci della vallata che si adoperino da subito, (“come promesso”), per scongiurare qualsiasi possibile ampliamento di Podere Rota.