3 Aprile 2020 - 09:31
More

    Viabilità in Valdarno Aretino. Come cambierà nei prossimi cinque anni

    Prosegue senza intoppi l’iter burocratico per la conferenza dei servizi legata alle opere connesse alla realizzazione della terza corsia autostradale tra i caselli di Incisa Reggello e Valdarno. Una serie di interventi infrastrutturali di cui ha parlato lunedì sera a Montevarchi, durante un incontro pubblico al Palazzo del Podestà organizzato dal Pd cittadino, l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli. Un evento cui ha preso parte, tra gli altri, anche il candidato del centro sinistra per le Regionali Eugenio Giani.
    Le opere riguarderanno i comuni di Montevarchi, Terranuova e San Giovanni Valdarno. Tra i fiori all’occhiello, la bretella di collegamento tra l’area delle Coste e il casello A1 Valdarno. Un’opera da 18 milioni di euro che chiuderà il cerchio della variante alla Regionale 69. Un’opera sovra comunale. La nuova strada avrà una lunghezza complessiva di 1,6 km e l’intervento è stato suddiviso in due lotti. Il primo è compreso tra la nuova rotatoria che sorgerà alle Coste, in prossimità dell’attuale curva e Casa Malvigna, per una lunghezza di 540 metri e un investimento di € 7.800,000,00.
    Sarà realizzato in sedici mesi. Il lotto 2 andrà da Malvigna fino allo svincolo del casello dove sarà creata una nuova rotatoria. 1 km di percorso , 10 milioni di euro di spesa e venti mesi di lavori, che però andranno in parallelo con quelli del lotto 1. Per quanto riguarda i tempi, a giugno ci sarà la conclusione della conferenza dei servizi decisoria, con la contestuale approvazione del progetto definitivo e della variante urbanistica. Nel dicembre prossimo è previsto lo sviluppo della progettazione esecutiva con l’indizione della gara di appalto. Nel 2021 partiranno i lavori che si concluderanno nel 2023. Attualmente in via Poggilupi transitano giornalmente 25.000 veicoli. Grazie alla bretella scenderanno a 17.000, perché circa 8.000 mezzi passeranno nella nuova strada.
    Sarà poi realizzato un nuovo ponte che collegherà la zona di Poggilupi con via Leopardi a Montevarchi. Un’opera da 15 milioni di euro che consentirà al Valdarno di avere un sistema viario di altissimo livello. Opere connesse ai lavori della terza corsia anche a San Giovanni: sarà infatti realizzata una nuova passerella ciclopedonale sull’Arno che si collegherà con il quartiere sangiovannese dell’Oltrarno. Una richiesta forte del quartiere Oltrarno che risponde alla necessità di favorire la mobilità alternativa, pulita ed ecologica. Insomma, il potenziamento dell’Autosole nel tratto valdarnese poterà inevitabili benefici anche per il nostro territorio, con un sistema infrastrutturale al passo con i tempi. Si tratterà solo di aspettare pochi anni per gli appalti e l’inizio dei lavori.

    Marco Corsi
    Direttore Responsabile