28 Maggio 2020 - 14:57
More

    Emergenza Coronavirus. I gruppi di centro destra del Valdarno chiedono un cambio di passo

    I gruppi di centro destra del Valdarno, con una nota congiunta, dopo aver sottolineato che la pura polemica è l’ultima cosa da fare in questo momento, hanno criticato la gestione dell’attuale crisi sanitaria. “Una gestione – hanno detto – per alcuni particolari aspetti decisamente deficitaria associandosi a colpevoli ritardi in sede locale. Non solo noi, ma per primi i professionisti, Medici, Farmacisti, Veterinari, Infermieri, Tecnici, Dirigenti Sanitari, Volontari, evidenziano innegabili gravi lacune organizzative, che chiedono urgentemente di abbandonare qualsiasi scelta amministrativa che venga assunta secondo logiche di burocrazia e di risparmio, od ancor peggio di appartenenza politica. Nessuna di queste motivazioni può assicurare una efficace strategia per il contenimento dell’epidemia!!!”.
    Il centro destra sottolinea soprattutto la carenza di una informazione costante e trasparente, maggiormente nei confronti del personale, “che si trova ad affrontare cosí rischi, malumori, diffidenza ed infine scarsa motivazione e partecipazione”.
    “Tutto il personale è in prima linea – hanno aggiunto i gruppi – , non sono pertanto minimamente possibili carenze numeriche, in primo luogo in quei settori, Rianimazione e Pronto Soccorso, dove i professionisti specializzati sono difficilmente sostituibili. Nel merito delle scelte sanitarie, riteniamo urgentemente necessario eseguire il tampone naso-faringeo, per l’identificazione del virus Covid-19, a pazienti che si ricoverino per altre patologie, a tutto il personale sanitario, ospedaliero e territoriale, nonché chiediamo un’importante attenzione alle problematiche delle Residenze Sanitarie (case di riposo), ove il verificarsi di una infezione avrebbe conseguenze tragiche. Vengono proposti ora, con gravoso ritardo, test diagnostici (sierologici), ancora da validare; riteniamo tale scelta poco affidabile in questo contesto di urgenza, anche di certezze!! Tutti gli operatori sanitari – prosegue la nota – si stanno adoperando con abnegazione, ben oltre il loro dovere, ma garantire una massima tutela è il minimo che dobbiamo pretendere. Rivolgiamo quindi queste osservazioni all’attenzione di chi è preposto alla tutela della salute, affinché vengano valutate con la massima attenzione, confidando che vengano lasciate ad altri momenti le vie delle giustificazioni e dei tentennamenti!!”.
    E’ stato poi stato rivolto un appello al Presidente della Conferenza dei Sindaci del Valdarno Chienni affinché si rivolga con fermezza ai Dirigenti preposti, chiamandoli ad una gestione efficiente e precisa e pretendendo da loro la massima trasparenza. “È quanto mai necessario l’appello all’unità e solidarietà comune, ma non può essere un concetto vuoto, e non può permettere in alcun modo comportamenti inadeguati dirigenziali. Fiduciosi di un intento comune – conclude il documento unitario -, rimaniamo in attesa delle dovute urgenti correzioni di gestione, continuando a monitorare l’accaduto, convinti che esauritosi questo difficile momento, noi e la popolazione tutta sapremo e dovremo valutare le azioni messe in atto e le loro dirette conseguenze!!”

    I gruppi Consiliari di:

    Prima Montevarchi – Montevarchi
    Montevarchi in Salute – Montevarchi
    Forza Italia – Montevarchi
    Lega – Montevarchi
    Centrodestra per Terranuova – Terranuova Bracciolini
    Insieme per il Comune – Loro Ciuffenna
    Centrodestra per Cavriglia – Cavriglia
    Lega per S. Giovanni – S. Giovanni V.no
    Alleanza per Bucine – Bucine
    Futuro Comune – Pergine/Laterina

    Inoltre tale posizione vede concordi i Gruppi Consialiari di Castelfranco/Pian di Scò
    Lista Civica, Movimento 5 Stelle.