giovedì, Luglio 7, 2022

Bekaert. D’Ettore e Mugnai: “Vicenda complessa. Disponibili per ogni iniziativa”

Risposta immediata dei parlamentari di Forza Italia Stefano Mugnai e Felice Maurizio D’Ettore alla lettera aperta dei 100 ex dipendenti della Bekaert di Figline.
In premessa i due esponenti azzurri ricordano che il Ministero e lo stesso advisor dovrebbero avere gli elementi necessari per “dare delle risposte sul piano industriale considerate le istruttorie già svolte”.
La segnalazione dei lavoratori “si riferisce a un settore industriale – proseguono – dove la materia prima è particolarmente costosa e il mercato fortemente selettivo; di conseguenza, qualsiasi progetto industriale sarebbe qualificato dalla presenza di un’azienda siderurgica come partner necessario. Condividiamo, e lo abbiamo detto pubblicamente da tempo e più volte, anche tramite atti di sindacato ispettivo presentati alla Camera dei Deputati, che ogni soluzione pratica debba essere volta a dare reali opportunità per il mantenimento e lo sviluppo di quote di mercato per i prodotti dello stabilimento di Figline e, quindi, di garanzia dei livelli occupazionali. Al contempo, siamo consapevoli della complessità della vicenda industriale, ma ribadiamo che appare necessaria la massima prudenza e senso di responsabilità quando si ipotizzano soluzioni che prefigurano, ad esempio, la ricapitalizzazione finanziata con i Tfr dei lavoratori”.
Mugnai e D’Ettore hanno confermato la loro disponibilità a ogni iniziativa per “affrontare ancora e, auspichiamo, in termini risolutivi la grave crisi industriale apertasi quasi due anni fa. Due anni di attesa, due anni di purgatorio sono lunghi, sono davvero troppi”, concludono.