21 Gennaio 2021 - 08:06

La Fondazione CR Firenze a sostegno del Calcit Valdarno Fiorentino per il “Progetto Vita 2020”

La Fondazione CR Firenze in aiuto del Calcit del Valdarno fiorentino con un finanziamento rivolto al “Progetto Vita Calcit 2020”. Il contributo consentirà l’acquisto e l’installazione di nuovi defibrillatori DAE adulti e pediatrici per il territorio valdarnese; la manutenzione ordinaria dei defibrillatori DAE già presenti, con kit di reintegro di nuove piastre e di nuove batterie (biennio 2020-2021); la formazione della comunità tramite specifici corsi di primo soccorso BLSD, da svolgere in presenza presso associazioni territoriali o in nuove modalità post emergenza Covid-19; lo svolgimento di momenti di divulgazione scientifica rivolti alla popolazione.Nel corso del quadriennio 2015-2019, grazie al “Progetto Vita Valdarno” è stato possibile installare in modo capillare 30 defibrillatori nel territorio valdarnese, in particolare nei comuni di Figline e Incisa Valdarno, Reggello e Cavriglia. I macchinari sono stati collocati in luoghi strategici ed accessibili a tutta la comunità e, contestualmente alla loro installazione, è partita una massiccia campagna di sensibilizzazione sui tema della prevenzione e dei corretti stili di vita. Tutto ciò è avvenuto con l’ausilio di professionisti del settore sanitario. Il contributo della Fondazione CR Firenze è essenziale per portare avanti questo progetto che ha sviluppato nel tempo una rete di partners consolidati per il suo naturale proseguimento. Il Calcit Valdarno Fiorentino garantirà una maggiore tutela della salute della comunità, attraverso il rafforzamento della rete di strumentazione per il primo soccorso e controllo delle manutenzioni.
“Questo finanziamento ci aiuterà a migliorare la conoscenza generale sulla prevenzione con lo scopo di ridurre le malattie fra la popolazione, focalizzando l’attenzione sugli stili di vita verso una nuova quotidianità ricca di consapevolezze maturate nell’era Covid 19 – afferma Benedetta Pasquini, responsabile del progetto – Presto installeremo il primo defibrillatore, in collaborazione con il Comune di Reggello, a Vallombrosa.”

Serena Paoletti
Redattrice