6 Luglio 2020 - 14:28
More

    Casa di Riposo. Il Pd e Avanti Montevarchi: “Nomina di Peri? Fatto quello che chiedevamo”

    Sulla recente nomina del dottor Alberto Peri come nuovo direttore della Asp di Montevarchi a seguito delle dimissioni dei Flavia Migliorini, è arrivata una presa di posizione congiunta di Pd e Avanti Montevarchi.
    “Alla fine – hanno detto – il Sindaco Chiassai ha accettato quello che fino a pochi giorni fa riteneva impossibile: la nomina di un medico con competenze sanitarie specifiche per guidare la Casa di Riposo cittadina, distrutta dalla lunghissima serie di vittime dell’emergenza Covid. Non possiamo che essere soddisfatti della nomina di una figura assolutamente competente, che speriamo sia finalmente lasciato libero di gestire la struttura senza le pesanti intromissioni del Sindaco Chiassai alle quali abbiamo assistito negli ultimi mesi, nell’ottica di ricostruire la credibilità di una Istituzione centenaria, patrimonio dell’intera città. Peccato che della selezione che sarebbe stata svolta per la nomina non vi sia traccia in atti pubblici e che non sia sentita la necessità di rinnovare anche il CdA della Asp Montevarchi, nominato dalla stessa Amministrazione di destra ad inizio mandato”.
    I due gruppi hanno poi toccato gli aspetti politici. ” Non possiamo invece fare a meno di rilevare come il Sindaco e la sua maggioranza in Consiglio Comunale abbiano sdegnosamente respinto la nostra proposta di buon senso e la nostra offerta di collaborazione per il bene della Casa di Riposo, dimostrata solo pochi giorni fa, per poi andare esattamente nella direzione cui tendeva il nostro atto di indirizzo – hanno spiegato – .Davvero un comportamento su cui riflettere ancora una volta, che dimostra l’assoluto svilimento della funzione del Consiglio Comunale, incapace di assumere una posizione sulla questione, al solo scopo di salvare la faccia al Sindaco, poi smentito proprio dai fatti: un medico geriatra alla direzione della Casa di Riposo. Dispiace infine che proprio la Direttrice uscente non abbia avuto l’accortezza di annunciare le sue dimissioni nell’audizione in Consiglio Comunale e non vorremmo che la decisione sia stata accelerata dall’inchiesta in corso della Magistratura e dalle recenti visite dei Nas. Staremo a vedere”.