9 Agosto 2020 - 04:19
More

    “L’Urlo della Memoria”. Cavriglia ricorda i 76 anni dagli eccidi nazifascisti

    Nonostante l’epidemia da Covid, Cavriglia questo sabato ricorda e celebra le le vittime degli eccidi nazifascisti perpetrati nel comune 76 anni fa. Tra il 4 e l’11 luglio 1944  192 civili maschi innocenti vennero uccisi in una serie di terribili massacri messi in atto dall’Unità Hermann Goering della Wehrmacht nelle cinque frazioni di Cavriglia: Castelnuovo dei Sabbioni, Meleto Valdarno, San Martino, Massa Sabbioni e Le Matole. Stamani alle 8,30 è stata celebrata una Santa Messa al monumento dei caduti di Meleto. Alle 10,00, alla Chiesa di San Donato di Castelnuovo dei Sabbioni Messa Solenne celebrata dal Vescovo Mario Meini in memoria dei caduti. A seguire, in piazza Pertini, si sono tenuti i discorsi delle autorità civili con gli interventi di Leonardo Degl’Innocenti o Sanni, Sindaco di Cavriglia, Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale e Riccardo Nencini, Senatore della Repubblica

    Le celebrazioni proseguiranno questa sera in Piazza della Repubblica a Castelnuovo dei Sabbioni con la consegna del Riconoscimento di Cittadino dell’Anno 2020. A seguire il concerto “L’Urlo della Memoria” di Luca Canonici Con letture di Francesco Manetti e accompagnamento al pianofortedi Luca Severi , a cura di Orientoccidente. Le iniziative si concluderanno sabato 11 luglio alle 10 con la Santa Messa presso il Cippo della Memoria per i caduti a Le Matole.