4 Agosto 2020 - 03:44
More

    “Resta a casa: incontriamoci al telefono”. Il progetto delle associazioni sangiovannesi per aiutare la cittadinanza a superare l’emergenza Covid-19

    In questi mesi nel comune di San Giovanni sono state realizzate alcune iniziative che hanno coinvolto la cittadinanza, aiutandola a superare meglio questo particolare momento.
    In particolare l’associazione “Progetto Cittadini Attivi” con le associazioni ABC arte, Liberarte e Avo Valdarno si sono occupate del piano di intrattenimento a distanza “Resta a casa: incontriamoci al telefono”.
    “Il progetto prevedeva la raccolta di alcuni elaborati artistici della popolazione sangiovannese, con lo scopo di stimolare e raccogliere le emozioni generate dalla pandemia. – ha fatto sapere l’associazione “Cittadini Attivi” – Il progetto che, al momento, ci ha dato più soddisfazione è stato quello che ci ha visti impegnati nella collaborazione con la Asp RSA Masaccio”.
    La casa di riposo Masaccio ha così ricevuto un computer portatile, quale mezzo per avviare il progetto di intrattenimento a distanza degli anziani ospiti della struttura. Il tutto cercando di alleviare il disagio generato dai lunghi mesi di distanziamento sociale.
    Grazie all’ausilio del computer, tuttora si tengono due incontri settimanali su Skype dove i volontari delle associazioni coinvolte si intrattengono con gli anziani dell’RSA, scambiandosi storie di vita, aneddoti ed emozioni. Inoltre il PC è stato utilizzato per intensificare le videochiamate degli ospiti con i propri cari, generando momenti molto emozionanti per gli anziani, per i familiari e per gli stessi operatori.
    “E’ stato un onore lavorare con le associazioni ABC Arte, Liberarte e Avo Valdarno in questi mesi, hanno subito sposato l’idea di creare un progetto condiviso con l’obiettivo comune di dare un po’ di sollievo agli anziani ospiti della struttura, per farli sentire meno soli e quindi parte integrante della nostra comunità. – ha dichiarato l’associazione “Progetto cittadini attivi” – La nostra speranza è che questa fruttuosa collaborazione si incrementi nel tempo per generare nuove opportunità per tutte le associazioni che vorranno mettere a disposizione dei cittadini sangiovannesi le proprie idee e le proprie conoscenze”.