12 Agosto 2020 - 14:22
More

    Tartaro e De Robertis: “sull’impianto liquami a Levanella la Chiassai comunichi alla Regione le sue intenzioni”

    “Sull’impianto per fanghi di Levanella il sindaco Chiassai comunichi alla Regione la non intenzione di procedere alla necessaria variante urbanistica”. Lo hanno chiesto i consiglieri regionali del Pd Simone Tartaro e Lucia De Robertis, intervenuti su una vicenda che, nelle ultime settimane, ha fatto molto discutere. Sull’impianto di smaltimento di liquami è in corso in Regione il procedimento di assoggettabilità alla Via, la Valutazione di impatto ambientale. “Procedimento – fanno sapere i due esponenti del Partito Democratico – nel quale è intervenuto nei giorni scorsi anche Prada, con un’osservazione consultabile sul sito della Regione. Il procedimento – aggiungono – sta dunque andando avanti, e l’attuale orientamento, a leggere i documenti pubblici, è favorevole che il progetto sia sottoposto alla valutazione di impatto ambientale”.
    Tartaro e De Robertis hanno precisato che la prevalente responsabilità della scelta della realizzazione di quell’impianto è in capo all’amministrazione comunale, che quindi deve necessariamente procedere ad una variante al regolamento urbanistico per consentire che questo tipo di attività possa collocarsi in aree che la pianificazione destina a opere di urbanizzazione secondaria.
    “Il Sindaco Chiassai – concludono Tartaro e De Robertis – sia dunque conseguente alle affermazioni fatte di recente, di contrarietà all’insediamento, e intervenga nel procedimento di assoggettabilità comunicando alla Regione l’indisponibilità del Comune di Montevarchi a realizzare quella variante. Eserciti, dunque, le proprie prerogative. E faccia l’unica cosa che può fare, se vuole conseguire alle parole spese”.

    Marco Corsi
    Direttore Responsabile