mercoledì, Dicembre 7, 2022

Trasporti: lettera aperta degli studenti alle istituzioni. “Collaborate per servizi efficienti e sicuri”

Lettera aperta del gruppo “Studenti Valdarno per il trasporto pubblico”, con un invito alle istituzioni a collaborare per organizzare servizi efficienti e sicuri alla luce dell’epidemia da Covid-19.
All’indomani delle polemiche tra la presidente dell’amministrazione provinciale aretina Silvia Chiassai Martini e l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli, i portavoce Aniello Squillante e Chiara Guzzo hanno richiesto di istituire un tavolo di lavoro tra gli enti interessati, Regione, Provincia di Arezzo, Città Metropolitana di Firenze, Comuni di Figline e Incisa, Reggello, Castelfranco-Piandiscò, Montevarchi e San Giovanni.
“Venuti a conoscenza tramite alcune testate giornalistiche del possibile disagio che potrebbe verificarsi a settembre nella gestione del trasporto pubblico locale (TPL) – scrivono – da membri portavoce, ormai da anni, dei disservizi ci tenevamo a lanciare un appello alle istituzioni affinché collaborino.
Sicuri in una vostra cooperazione siamo a chiedervi di istituire un tavolo con tutti gli enti interessati affinché a settembre studenti e lavoratori (la maggior parte degli abbonati), che utilizzano il TPL nel Valdarno fiorentino e aretino, riescano a raggiungere la propria sede scolastica o lavorativa che sia.
Non dimentichiamoci che detto problema (assenza di mezzi che non riusciva a gestire la domanda degli abbonati) esisteva prima del Covid-19 e, che ora con l’attuale situazione richiama maggiore senso di responsabilità da parte di tutti, anche e soprattutto delle istituzioni, garantendo la sicurezza degli utenti, soprattutto in distanziamento interpersonale ad oggi importantissimo e mai assicurato anche in tempi di non Covid.
Sicuri che riusciate a cogliere il senso di queste parole, scritte da chi da anni si sta impegnando affinché il TPL sia efficiente, vi auguriamo buon lavoro!”