30 Ottobre 2020 - 17:35

San Giovanni: domani in piazza Cavour primo ciak del film “Il segreto di Hanna” sulla Shoah

Primo ciak del film “il segreto di Hanna” domani pomeriggio alle 16 a San Giovanni. Tratta dall’omonimo dramma teatrale scritto da Giambattista Assanti, la pellicola racconta la drammatica scoperta di un passato occulto di una donna appartenente al regime nazista e vissuta per anni sotto un’altra identità.
Il ruolo della protagonista, la pianista francese Suzanne Ducret, sarà interpretato da Elisabetta Pellini e nel cast figurano alcuni grandi nomi del cinema italiano tra cui Massimo Dapporto, Daniele Pecci, Richy Tognazzi, Catherine Spaak e Piera Degli Esposti.
“Il segreto di Hanna” è il terzo film di Giambattista Assanti dopo “Ultima fermata “, Nomination David Di Donatello 2016, con Claudia Cardinale e “Il giovane Pertini” con Dominique Sanda.
“Non è un film sull’Olocausto, ma racconta le ferite insanabili che la tragedia dell’Olocausto ha inflitto nel corso degli anni ad alcuni suoi sopravvissuti” ha dichiarato il regista e sceneggiatore del film.
San Giovanni è una delle location scelte per girare le scene con Massimo Dapporto, Elisabetta Pellini e un cameo particolare dell’Onorevole Valdo Spini e di Francesco Carbini ed è stata scelta circa un anno fa quando il regista conobbe Carbini, Presidente dell’Associazione Pertini, che lo invitò a tenere dei sopralluoghi in città, contando anche sulla disponibilità del sindaco Valentina Vadi. Il programma delle riprese prevede un girato un esterno alle 9 in piazza Cavour per poi proseguire con la ripresa di alcuni interni in una Villa della zona.

La conferenza stampa di oggi pomeriggio a Palazzo d’Arnolfo. (L’attrice intervistata è Angelica Cacciapaglia)

Il film sarà pronto per il 25 Aprile 2021 con anteprima presso il Senato della Repubblica per poi approdare in autunno su Rai cinema.
“E’ un onore per la nostra città poter fare da sfondo ad una pellicola dal valore così importante. Da sempre il Comune di San Giovanni e le realtà del territorio fanno dell’arte, cinematografica in questo caso, un importante veicolo di trasmissione dei valori della Resistenza. Come Amministrazione non vediamo l’ora di poter vedere angoli e scorci conosciuti tra le scene di questo film” ha commentato il sindaco Valentina Vadi.
“Ringrazio il regista Assanti per aver voluto il primo ciak di un film riguardante uno dei periodi storici più bui dell’umanità in un territorio come il Valdarno che ha pagato un alto prezzo – ha dichiarato Francesco Carbini. L’associazione Sandro Pertini vuole trasmettere i valori della nostra Costituzione Repubblicana alle giovani generazioni e siamo certi che questi film possano farlo meglio di tanti convegni. Ci piace essere ancora una volta in primo piano (dopo “Il giovane Pertini) per proseguire questa opera educativa. Penso inoltre che sia una bella occasione per far conoscere in tutta Italia e oltre la città natale di Masaccio e tutto il Valdarno”.
La Toed film di Claudio Bucci produce mentre la produzione esecutiva è affidata a Giambattista Assanti, Daniel Di Meo, Armando Marano. La colonna sonora è a cura di Guido De Gaetano, uno dei migliori allievi di Ennio Morricone, già autore delle musiche de “Il giovane Pertini”.
Hanno preso parte, con un contributo economico, alcune aziende della cittadina tra cui la Banca del Credito Cooperativo del Valdarno.

Lapo Verniani
Redattore