domenica, Dicembre 4, 2022

Videogiochi. La Lyse Foundation fa nascere la “Nazionale Esport Disabili”

I videogame in qualche misura possono rappresentare delle piattaforme in grado di promuovere azioni di socializzazione, proprio per questo la “Lyse Foundation”, organizzazione dedita alla promozione e azione nel mondo Esports – i videogiochi sportivi – in collaborazione con “Famiglie SMA ONLUS”, associazione dedicata alla lotta contro l’Atrofia Muscolare Spinale (SMA), in occasione della conferenza in programma presso la sala gaming ONE UP di Firenze, ha presentato il progetto di nascita della prima “Nazionale Esport Disabili”.
Durante l’evento è stato messo in risalto il fatto che questa sia una possibilità per favorire socializzazione ed integrazione. Da anni infatti grazie a tali piattaforme nascono aggregazioni di giocatori e appassionati di videogiochi sportivi come calcio, basket, racing e combattimento che si confrontano e “socializzano” costantemente.
“Gli Esport permettono un superamento non solo delle barriere architettoniche ma anche di quelle culturali, economiche e sociali. – fa sapere la Lyse Foundation – Possono favorire un sano ambiente di competizione e amicizia”.
Dunque proprio perchè ci sono molti players affetti da patologie neuromuscolari e malattie rare che si affermano con significativi risultati, è questa una grande occasione per agevolare l’inclusione ed il conforto competitivo alla pari in tali discipline elettroniche.