27 Ottobre 2020 - 16:02

Gianluca e Chiara Gioli raccontano la loro esperienza. La perdita dei genitori per Covid

“Quando mio padre è stato ricoverato era in buone condizioni. Nel giro di 24 ore è stato intubato”. E’ solo una delle testimonianze di Gianluca e Chiara Gioli, figli di Graziano e Patrizia, morti lo scorso mese di marzo a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro a causa del Covid. Hanno raccontato la loro esperienza e soprattutto quella dei loro genitori, in occasione della Giornata Mondiale della Sicurezza del Paziente, sottolineando anche gli aspetti che non hanno funzionato. Ma la loro testimonianza serve anche a far capire che questa è una malattia che non va sottovalutata. “Ci deve essere un senso di responsabilità delle persone, che devono seguire le regole. Lo devono anche a chi non ce l’ha fatta. Grazie alla nostra storia alcuni possono essere responsabilizzati maggiormente”. “Noi in questa nostra esperienza abbiamo avuto difficoltà di comunicazione, anche se non sempre, con il personale medico – ha aggiunto Chiara Gioli -. Abbiamo ricevuto la notizia della morte di nostro padre in maniera molto spicciativa, che non auguro a nessuno. C’è stata anche una mancata integrazione tra le Asl”.

ASCOLTIAMO LE TESTIMONIANZE DI GIANLUCA E CHIARA GIOLI

Marco Corsi
Direttore Responsabile