30 Ottobre 2020 - 17:14

Al via i lavori di abbattimento di piante pericolose a Gaville

Lunedì prenderanno il via a Figline Incisa i lavori di abbattimento di alcune piante in località Acciaia, a Gaville, curati dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno e concordati con il Comune per consentire la messa in sicurezza del torrente Cesto.
Per garantire il corretto svolgimento delle operazioni, da lunedì 28 settembre a venerdì 2 ottobre sarà necessario vietare il transito nell’area cantiere dalle 8,30 alle 12 e dalle 14 alle 18.
“Si tratta di un intervento particolarmente significativo per il territorio – spiega l’assessore all’Ambiente, Paolo Bianchini – e frutto di una collaborazione ormai costante con il Consorzio di Bonifica, con il quale stabiliamo di volta in volta l’ordine delle priorità. L’obiettivo, infatti, è mappare le necessità del territorio e stabilire l’ordine di priorità degli interventi, in modo da completarli in tempo per la ‘stagione delle piogge’, più problematica dal punto di vista del rischio idrogeologico. A questo proposito, trattandosi di piante a rischio, preciso che questo intervento consentirà non solo di mettere in sicurezza il torrente ma anche la viabilità di Gaville, evitando cadute di rami o crolli di piante nell’area. Ringrazio, quindi, tutti gli uffici e il personale coinvolto per l’attento monitoraggio sul territorio ma anche i cittadini, per la collaborazione e la pazienza che certamente avranno nei cinque giorni di interventi”
“Ancora una volta una buona ed efficace collaborazione tra enti – commenta la presidente del Consorzio 2 Alto Valdarno Serena Stefani – ha consentito di trovare in tempi rapidi soluzioni adeguate per migliorare la sicurezza del territorio. La velocità delle scelte e delle decisioni diventa indispensabile soprattutto nel periodo autunnale, quando eventi meteorologici di portata eccezionale potrebbero aggravare situazioni di potenziale pericolo”.
Si tratta di piante imponenti che rappresentano una minaccia sia per gli utenti della strada limitrofa sia per la sicurezza idraulica del torrente. Un pericolo che era stato segnalato dal comune al Consorzio 2 Alto Valdarno, che, in questo periodo, è all’opera in zona per completare il programma annuale di manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua. Immediatamente è scattata la ricerca condivisa della soluzione più adatta ed efficace per la messa in sicurezza dell’area.
Al termine di un sopralluogo congiunto, infatti, i tecnici dei due enti, con l’autorizzazione della Regione Toscana, hanno messo a punto la terapia: nel tratto a monte del ponte, che conduce in località Acciaia, lungo la via di Gaville, le alberature ad alto fusto, radicate sulla parte alta delle sponde del corso d’acqua e in condizioni di salute precarie, andranno progressivamente eliminate.