25 Ottobre 2020 - 01:29
More

    Motumundi 2020. A Cavriglia festival internazionale su clima e ambiente

    Si terrà dal 15 al 18 ottobre prossimi e sarà un vero festival su clima e ambiente, con ospiti e relatori di caratura nazionale ed internazionale. E’ “Motumundi 2020”, che affronterà il tema dei cambiamenti climatici, dell’educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile. Si terrà a Cavriglia, una terra simbolo in tema di ambiente e l’evento è promosso dalla Vitale Onlus in partnership con il comune di Cavriglia e con il sostegno di Csai, la Centro Servizi Ambiente Impianti e di Enel. La manifestazione vede anche la collaborazione del quotidiano La Nazione, media partner insieme all’Ansa e a Rtv38. Per l’occasione sará consegnato il Premio Motumundi 2020 al climatologo Filippo Giorgi, membro del board del comitato vincitore del premio Nobel per la Pace Ipcc 2007 insieme ad Al Gore. Giorgi è l’unico scienziato italiano presente nell’organo esecutivo del Comitato intergovernativo per i cambiamenti climatici dell’Onu, ed è stato uno degli autori del secondo e del terzo rapporto sui mutamenti climatici nel mondo.
    Annunciata la presenza di ospiti qualificati tra cui il sottosegretario all’ambiente e alla tutela del territorio Roberto Morassut, il neo governatore della Toscana Eugenio Giani, il presidente di Legambiente Stefano Ciafani, Chicco Testa e ancora il direttore della cooperazione internazionale OGS Mounir Ghibi e il direttore dell’osservatorio geofisico sperimentale Paola Del Negro. Non mancheranno poi autorevoli rappresentanti dell’informazione come Floriana Bulfon e Jacopo Giliberto del Sole 24 ore, Tiziana Ferrario, storica corrispondente della Rai da New York, la giornalista del Tg2 Christiana Ruggeri il premio Luchetta Daniele Bellocchio, Angelo Cimarosti, fondatore di YouReporter e il corrispondente del Telegraaf Maarten Van Aalderen. Annunciata anche la presenza di Katiuscia Eroe, responsabile energia di Legambiente, di Linfang Dong, cinese, presidente della Silk Council e di Luigi Carmignani, per anni alla guida del centro di geotecnologie dell’università di Siena. Le principali location del festival saranno il teatro comunale di Cavriglia, l’auditorium del museo Mine, il centro di geotecnologie di San Giovanni, la sala Margherita Hack del centro di formazione per le energie rinnovabili di Fimer, che si trova a Bellosguardo e i laboratori del Centro Servizi Ambiente Impianti. Il festival avrà quindi come principale sede degli eventi il paese delle miniere, ma si articolerà anche a Firenze, Pisa e Siena. Si tratta di una manifestazione che si svilupperà attraverso dibattiti, conferenze, workshop e laboratori nel rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione del contagio da Covid-19, nonché di quelle inerenti il rischio di diffusione. Ci sarà poi la collaborazione con il Corecom della Toscana, presieduto da Enzo Brogi, delle principali università italiane e dell’istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale, senza dimenticare l’International Centre For Theoretical e il The World Academy of Science.

    L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Cavriglia. Sentiamo l’amministrazione comunale e il professor Roberto Vitale, organizzatore

    E adesso gli sponsor della manifestazione, Csai e Enel

    Marco Corsi
    Direttore Responsabile