28 Gennaio 2021 - 12:58

Loro Ciuffenna: rivoluzione “green” per l’illuminazione pubblica di capoluogo e frazioni

Il Comune di Loro Ciuffenna ha firmato il contratto per ammodernare tutti i lampioni della pubblica illuminazione che utilizzeranno i led. L’avvio dei lavori è previsto per ottobre con conclusione entro gennaio 2021. Oltre alla sostituzione delle lampade, 1400 nell’intero territorio, verranno installati 50 nuovi punti luce dove mancavano e rinnovata l’intera rete di distribuzione. Un remake che consentirà di ridurre i consumi da fonti non rinnovabili per 60 TEP, ovvero tonnellate di petrolio equivalente, e le emissioni di CO2 per 100 tonnellate.
Insomma, una piccola rivoluzione “green”. “Sì, nel solco della sostenibilità – commenta il sindaco Moreno Botti – non solo la tecnologia led permette di abbassare i consumi, e fare del bene al pianeta, ma rappresenta un segno tangibile di una volontà verde della nostra amministrazione che segue le delibere sul ritiro dell’amianto domestico, sulla messa al bando del glifosate e precede il progetto sul recupero delle acque piovane. Il Pratomagno diventa veramente sostenibile attraverso azioni come questa”.
Il tutto senza alcun costo per i residenti e anzi il municipio spenderà circa 20 mila euro l’anno in meno. “Soldi che potremo investire in nuovo efficientamento energetico – prosegue il primo cittadino. Altro aspetto ambientale importante da sottolineare è che la gran parte dell’ammodernamento avverrà grazie all’utilizzo di manodopera locale e di corpi illuminanti prodotti da aziende locali e quindi a chilometro zero”.
L’assessore ai lavori pubblici Tommaso Romualdi ha ricordato inoltre come l’operazione “costituirà anche una riduzione del carico sui dipendenti comunali in termini di manutenzione e riparazione degli eventuali guasti, permettendoci di dedicare queste risorse ad altri progetti”.
L’attività coinvolgerà anche le frazioni, come ricorda la titolare della delega specifica Rossana Casini: “Gli interventi sono in programma già quest’anno e in parte nel 2021 e colmeranno lacune presenti da tempo nel nostro territorio”.