venerdì, Dicembre 9, 2022

Montevarchi: 1000 tamponi rapidi in arrivo. Il sindaco critica la Asl per la carenza di informazione a famiglie e istituzioni

“Finalmente la Regione ha autorizzato, a fianco dei tamponi molecolari eseguiti dalle Asl, anche quelli rapidi. L’amministrazione comunale di Montevarchi, grazie alla raccolta fondi dei mesi scorsi, li ha già acquistati e nei prossimi giorni arriveranno i primi mille”. Lo ha annunciato il sindaco Silvia Chiassai Martini che ha chiesto formalmente al direttore generale della Asl di poter contribuire alla gestione di questo periodo di ripresa del contagio da Covid-19 garantendo ai montevarchini test “immediati al bisogno e gratuiti”.
L’esigenza di avere risposte veloci era emersa spesso durante la prima fase della pandemia e più volte la sindaca aveva sollevato la questione con l’azienda sanitaria: “Ci auguriamo che la Asl comprenda che in questo momento c’è un’emergenza nell’emergenza – ha proseguito – perché non ha messo in atto gli strumenti per garantire una gestione decente di questa seconda fase”.
Chiassai Martini critica la direzione della sud est e ringrazia dirigenti scolastici, medici di base e pediatri “che si sono trovati a gestire una situazione in balìa totale, poiché non arrivano comunicazioni alle famiglie, e mi riferisco in particolare all’ambito della scuola”. Nel mirino la scarsa informazione ai genitori “che si trovano in quarantena senza comunicazioni né risposte dalla Asl – prosegue – e che chiamano il sindaco per ottenerle. Anche noi sindaci però riceviamo informazioni non puntuali e incomplete, tanto che vengo a conoscere prima dalla stampa i casi presenti nel contesto scolastico. E’ importante che la Regione si renda conto che il sistema è al collasso, i pediatri non sono più in grado di andare avanti e neppure le famiglie perché non c’è un lockdown ma il blocco di famiglie intere che senza informazioni sono costrette a fermare le loro vite”.
Il sindaco ha infine ricordato che negli ultimi 2 sabato di ottobre saranno riproposti i test sierologici gratuiti su base volontaria per gli studenti.