29 Ottobre 2020 - 00:14

Lettera aperta del sindaco Vadi agli operatori sanitari: “grazie. Non avete mai smesso di combattere”

“Grazie a voi, che non avete mai smesso di combattere”. Il sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi ha scritto una lettera aperta agli operatori della sanità territoriale, sempre in prima linea nella gestione della pandemia da Covid. Dopo alcune settimane di relativa tranquillità, la situazione infatti si è fatta di nuovo preoccupante. “Nei mesi che ci siamo lasciati alle spalle e per quelli che abbiamo davanti – ha scritto la Vadi – non posso che riconoscere lo sforzo enorme che tutti gli operatori hanno portato avanti e continuano a portare avanti, ogni giorno, per affrontare l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19. Come primo cittadino di San Giovanni Valdarno voglio esprimere tutta la mia gratitudine e tutta la mia vicinanza agli infermieri, agli operatori socio sanitari, ai medici, al personale amministrativo, agli assistenti sociali impegnati nell’attività territoriale e nel contrasto al covid, in difesa della salute di ognuno di noi”.
Il sindaco ha ricordato che stiamo assistendo ad una recrudescenza del virus e il mondo della sanità si trova di nuovo a combattere in prima linea. “Ricordo come le strutture sanitarie del Valdarno, in modo particolare le residenze sanitarie per anziani, siano state duramente colpite nella prima ondata dell’emergenza sanitaria – continua nella lettera il sindaco – . Nei prossimi mesi la nostra sanità territoriale, per garantire accesso alle cure e all’assistenza necessari per i pazienti covid e per i malati di altre patologie, dovrà inevitabilmente compiere uno sforzo ulteriore: un impegno che avrà bisogno di tutto il nostro sostegno e di tutta la nostra solidarietà. Le misure di prevenzione e di sicurezza che le istituzioni, a tutti i livelli, sono chiamate a promuovere e che ognuno di noi come cittadino è tenuto a rispettare, rappresentano l’aiuto più concreto che possiamo offrire agli operatori della nostra sanità”.
Insomma, per Valentina Vadi mai come oggi serve collaborazione, responsabilità, rispetto verso chi nel territorio opera per il bene della salute pubblica, correndo più di altri sulla propria pelle un rischio reale. “Per tutte queste ragioni a tutti coloro che sono in prima linea nella gestione di questa emergenza sanitaria rivolgo il mio più sincero grazie. Abbiamo bisogno e avremo bisogno di tutta la vostra forza, della vostra preparazione e di tutta la vostra profonda umanità”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile