29 Ottobre 2020 - 00:06

Pista ciclabile lungo il Canale Battagli a San Giovanni. Arrivano i soldi della Regione

La Regione Toscana ha deciso di finanziare il progetto presentato dal comune di San Giovanni che prevede la realizzazione di un tratto di pista ciclabile lungo il canale Battagli. Soddisfatto il sindaco Vadi, che ha ricordato come si tratti di un primo passo importante verso il completamento di un percorso a due ruote che collegherà il centro storico della città all’area sportiva e al polo scolastico “Don Milani”. Il finanziamento è arrivato grazie ad un bando regionale, di cui San Giovanni è risultato tra i vincitori. Verrà erogato un sostanzioso contributo economico per progetti comunali di mobilità sostenibile in risposta all’emergenza sanitaria Covid 19. Da Firenze arriveranno 40.000 euro, mentre il costo complessivo dell’intervento sfiora di
poco i 60.000 euro.
Nel dettaglio sarà realizzato un tratto della ciclopista in corrispondenza del Canale Battagli, che va dalla intersezione con via Genova alla intersezione con via Firenze, per una lunghezza di 145 metri. Un pezzo di ciclopista che riveste particolare importanza nel sistema della mobilità ciclabile cittadina e che fa parte di un più ampio percorso che unisce il cuore di San Giovanni alla scuola materna ed elementare “Don Milani”, alla palestra di via Genova e al palazzetto dello sport comunale.
“In tutta la Toscana sono stati finanziati due progetti, il nostro e quello del Comune di Piombino: un riconoscimento di cui siamo orgogliosi, che premia il lavoro portato avanti da questo ente e dai suoi uffici per lo sviluppo di una mobilità cittadina sempre più ciclopedonale – è quanto ha detto il sindaco Valentina Vadi – . Quello di rendere ciclabile il percorso in corrispondenza del Canale Battagli, oggi tombato, è un progetto di grande valore per la città: che ha l’obiettivo di migliorare la mobilità e la vivibilità dell’intera area. Un tracciato su cui oggi segniamo un passo avanti importante, e su cui auspichiamo di poter completare il finanziamento attraverso la partecipazione ad altri bandi regionali. In un periodo complesso, come quello che stiamo attraversando, l’impegno a rafforzare nella nostra città una mobilità sempre più sostenibile rappresenta senz’altro un’opportunità di sviluppo per il futuro”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile