giovedì, Dicembre 8, 2022

Guardia di Finanza: operazione “bed sharing” a Montevarchi. Scoperti affitti in nero

Cercavano spacciatori e hanno trovato anche chi affittava appartamenti in nero. E’ il risultato della nuova operazione messa a punto a Montevarchi dalla Guardia di Finanza della Compagnia di San Giovanni.
Si è conclusa nei giorni scorsi l’operazione “Bed sharing”, in italiano “condivisione del letto”, nata durante i controlli economici del territorio svolti dai finanzieri anche attraverso l’impiego delle pattuglie “117” e che avevano evidenziato possibili casi di spaccio di droga in città.
E’ scattato, così, un dispositivo di controllo, svolto con il supporto delle unità cinofile della Guardia di Finanza di Firenze, che ha portato al sequestro di circa 5 grammi tra hashish e marijuana trovati in possesso di tre ragazzi appena ventenni, poi segnalati alla Prefettura di Arezzo come consumatori.
Le Fiamme Gialle sangiovannesi hanno quindi concentrato la propria attenzione su due appartamenti di un immobile di pregio nel centro della città affittati a un pakistano e a un indiano. Dalle verifiche è emerso che in entrambe le abitazioni solo uno risultava regolarmente residente, mentre gli altri coinquilini, 3 per ogni appartamento, pagavano “in nero” una quota mensile al titolare del contratto realizzando, di fatto, una sub-locazione.
In tutte e due le circostanze erano state omesse le necessarie comunicazioni alle Autorità competenti sia comunali sia di pubblica sicurezza e per questo sono scattate le relative sanzioni amministrative, mentre sono in corso le attività ispettive di natura fiscale per il mancato versamento dell’imposta di registro.
“L’attività svolta dalle Fiamme Gialle valdarnesi – ricordano le Fiamme Gialle – rientra nel più vasto ambito della polizia economico-finanziaria tesa da una parte a ripristinare la legalità nei territori e dall’altra a concorrere nel mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica”.