16 Gennaio 2021 - 16:21

Castelfranco Piandiscò: le raccomandazioni per Halloween e la Commemorazione dei Defunti

Ognissanti, la Commemorazione dei Defunti e Halloween alle porte e il sindaco di Castelfranco Piandiscò Enzo Cacioli lancia un appello alla cittadinanza perchè eviti assembramenti che sarebbero deleteri in questa fase di rinnovata piena emergenza sanitaria.
Per scongiurare situazioni potenzialmente pericolose l’amministrazione ha suggerito ai sacerdoti del territorio di celebrare la messa del 2 novembre all’interno dei cimiteri possibilmente in due turni e avvalendosi di altoparlanti e megafoni che consentano alle persone di seguire la funzione religiosa vicino alle tombe dei loro cari estinti, evitando così di affollarsi solo in un punto del camposanto. Al tempo stesso l’invito ai cittadini è a non intrattenersi con altre persone, specialmente se fuori della cerchia familiare.
L’altro appuntamento è la festa di Halloween, con le visite dei bimbi nelle case per il rito del “dolcetto o scherzetto”. Cacioli raccomanda di evitare qualsiasi forma conviviale di aggregazione, feste casalinghe e private, o iniziative all’aperto; i controlli da parte delle forze dell’ordine saranno assidui e si chiede alle famiglie di vigilare sul comportamento dei propri figli.
“Attualmente nel nostro Comune 63 persone si trovano in isolamento perchè risultate positive al Covid-19 – afferma il sindaco – e in totale da marzo 91 concittadini hanno contratto il virus e di questi ad ora ne sono guarite 27, registrando purtroppo un decesso”.
“La maggior parte dei casi attuali sono asintomatici o lievemente sintomatici, con una sola ospedalizzazione. Raccomando quindi massima prudenza a tutti, in particolare agli anziani e ai più giovani; l’invito è a rispettare con rigore le regole che il Governo e la Regione impone a tutti e a seguire le raccomandazioni degli organi competenti. Non organizzare feste, cene o momenti di celebrazione con persone non conviventi, evitare luoghi affollati e rinunciare a una convivialità fisica in favore speriamo di un Natale più disteso e maggiormente partecipato”.
Cacioli ricorda che il DPCM del 24 ottobre scorso dispone gli obblighi di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e di utilizzare le mascherine all’aperto, mentre restano invariate le altre misure di protezione per la riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani). Tra le altre indicazioni l’invito a spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute o di necessità.