16 Gennaio 2021 - 16:38

E’ morto Don Foresto Bagiardi, storico parroco di Cavriglia. Dal 1962 al servizio della comunità

E’ scomparso questa mattina un sacerdote che ha lasciato una traccia profonda nel tessuto sociale cavrigliese: Don Foresto Bagiardi, storico parroco di Santa Barbara, San Cipriano, Meleto e Cetinale. Lo ha ricordato il sindaco Leonardo Degl’Innocenti o Sanni, sottolineando l’umiltà, la sapienza e la sensibilità di un uomo che è sempre stato dalla parte dei più deboli, di chi soffriva, di chi pativa la solitudine.
“Un uomo grande al servizio di tutti – ha aggiunto Sanni -. Era anziano Don Foresto, ma lo avremmo voluto con noi il più a lungo possibile. Lo scorso anno, quando a giugno venne fatto Monsignore, visto il suo fecondo viaggio nella nostra comunità, ricordó a tutti il suo arrivo nel 1962 a Cavriglia, con la chiesa stracolma di persone a San Cipriano e pochi mesi dopo la costruzione del nuovo luogo di culto a Santa Barbara. Quindi la nascita della Caritas parrocchiale nel 1968, il primo ingresso in seminario di un giovane parrocchiano nel 1973 e molte altre memorie di una vita trascorsa appunto nella disponibilità personale in difesa dei più deboli”.
Il sindaco ha ricordato che Don Foresto, in questi decenni, è diventato una colonna fondamentale per la comunità. Da qualche anno, nonostante la pensione, continuava ad aiutare i parroci delle parrocchie di Meleto, Santa Barbara, San Cipriano e Cetinale. “Negli ultimi tempi però le sue condizioni di salute erano un po’ peggiorate e stamattina purtroppo sì è spento – ha precisato Sanni -. Ma nessuno potrà mai dimenticare l’insegnamento grandissimo che quest’uomo ci lascia: donarsi agli altri senza limiti e senza filtri. Questa è la forma d’amore più alta che un uomo possa trasmettere sulla terra. A causa del Covid non sarà possibile forse salutare Don Foresto come merita, ma come amministrazione stiamo pensando al modo migliore per ricordarlo e perché il suo testimone possa essere lasciato alle giovani generazioni. Addio Don Foresto, la terra ti sia lieve – ha concluso il primo cittadino di Cavriglia – . Non finiremo mai di ringraziarti per quanto ci hai donato”.

Marco Corsi
Direttore Responsabile