16 Gennaio 2021 - 16:06

Brocci e Tognaccini in visita all’area mineraria di Santa Barbara sempre più a vocazione turistica e sportiva

Giancarlo Brocci e Daniele Tognaccini in visita all’area mineraria di Santa Barbara sempre più a vocazione turistica, sportiva e naturalistica. Nei giorni scorsi il promotore dell’Eroica e il preparatore atletico, responsabile per quasi 20 anni di Milan Lab e collaboratore di Maurizio Sarri alla Juventus, hanno potuto visitare la miniera e confrontarsi sulle opportunità di sviluppo sostenibile e di economia circolare, a partire da progetti di cicloturismo e di altri sport all’aperto che potranno integrarsi anche con il progetto “Parco dello Sport” che sorgerà a Cavriglia.
Accolti con tutte le misure di sicurezza anticovid dai responsabili dei siti produttivi termolettrici Enel centro Italia Paolo Tartaglia e operativo dell’area mineraria di Santa Barbara Enzo Leprai e dal tecnico Gianfranco Noferi, con la presenza dei referenti Toscana e Umbria affari istituzionali Enel Emiliano Maratea e comunicazione Riccardo Clementi, i due ospiti hanno perlustrato i circa 1600 ettari che si estendono nei comuni di Cavriglia e Figline e Incisa Valdarno.

E’ una nuova tappa del percorso di confronto avviato da Enel per elaborare idee progettuali e si inserisce nel piano di recupero e riqualificazione dell’area già in atto, uno dei progetti di riassetto ambientale più importanti d’Italia grazie alla collaborazione tra Regione Toscana, Comuni ed azienda. In questo contesto, negli ultimi anni Enel ha collaborato con il Politecnico di Milano e con l’Università di Architettura di Firenze, coinvolgendo oltre 70 studenti da diverse parti del mondo, per la realizzazione di un masterplan che ha fornito linee guida su tre possibili scenari di sviluppo: parco cicloturistico; parco agricolo e artistico, ricerca nel campo della geologia e attività produttive innovative.
Per il cicloturismo, in particolare, Enel sta lavorando alla creazione del “Santa Barbara Cycle Hub & Park”: già oggi, grazie alla collaborazione con le istituzioni regionali e locali e con gli organizzatori della ciclostorica “La Marzocchina” e dei percorsi turistici “Valdarno Bike Road”, l’area mineraria ha oltre 60 chilometri di strade bianche che in occasione di manifestazioni sportive possono essere percorsi in mezzo alla natura, in un contesto paesaggistico più unico che raro.
Grazie all’esperienza e alle competenze di Brocci e Tognaccini potranno nascere nuove idee per la pratica di sport all’aperto ed il benessere psicofisico delle persone, utili ad arricchire il progetto in fase di elaborazione. Tutti i partecipanti hanno espresso soddisfazione per questo primo momento di confronto, al momento esplicativo ed informale, e procederanno nel dialogo per valutare ogni possibile collaborazione.