31 Luglio 2021 - 05:11

San Giovanni: “Masaccio” scuola Covid free approda anche su Rai Tre Toscana

E’ una delle poche scuole Covid free della Toscana. E per questo il Comprensivo “Masaccio” di San Giovanni è finito sugli schermi del Tg di Rai Tre Toscana.
L’istituto che ospita nei vari plessi oltre 800 alunni può vantare un autentico primato al tempo della pandemia, ovvero non aver mai dovuto mettere alcuna classe in quarantena dalla riapertura del 15 settembre.
Un risultato che è frutto del lavoro intenso di impostazione svolto con impegno già dall’estate da tutto il personale, staff, segreteria, docenti, collaboratori, e aggiornato di continuo in rapporto costante con la Asl Toscana sud est. Lo stesso impegno organizzativo che è stato profuso da tutti gli Istituti della vallata nei due versanti fiorentino e aretino, ha precisato il dirigente scolastico Francesco Dallai che ricopre anche il ruolo di presidente della Rete Istituti Scolastici del Valdarno, per far fronte prima alla riapertura in sicurezza delle scuole, poi per gestire situazioni di criticità che si sono presentate e si presentano quotidianamente. Un lavoro che non ha conosciuto pause, neppure nei giorni festivi, e che ha visto in prima linea tutti i dirigenti scolastici anche per comunicare al personale interno e alle famiglie i provvedimenti di quarantena, “facendo fronte anche ad eventuali ritardi nell’intervento degli Enti preposti e assumendosi ingenti responsabilità – ricorda – sempre nell’ottica della sicurezza e della salute degli alunni e del personale scolastico”.
“Il fatto che all’I.C. Masaccio – ha proseguito – i casi di positività al Covid-19 riscontrati in alunni o personale della scuola non abbiamo portato alla quarantena di alcuna classe (ma comunque abbiano indotto alla quarantena fiduciaria il sottoscritto, la vice-preside, un’altra docente e tutto il personale di segreteria, costretti a lavorare da remoto per più giorni) è senz’altro frutto di una serie di coincidenze favorevoli e non dovuto a particolari meriti”.
Adesso le norme del Dpcm e la zona rossa impongono agli studenti delle seconde e terze delle medie di tornare alla didattica a distanza, ma anche in questo la “Masaccio” è all’avanguardia. Già dal lockdown di marzo ha messo a disposizione delle famiglie di studenti con difficoltà nei collegamenti sul web una settantina di computer in comodato d’uso.
E poichè il Comprensivo sangiovannese è anche una scuola a vocazione musicale l’auspicio finale del preside è che si possano presto adottare misure in grado di far tornare i ragazzi nei laboratori a suonare insieme e non individualmente come avviene adesso.