21 Gennaio 2021 - 08:54

Accordo tra Polo Universitario aretino e le industrie del territorio per il futuro dei giovani

Un gruppo di aziende tra le più tecnologicamente avanzate del territorio entrano nel Comitato di Indirizzo del Polo Universitario Aretino, grazie all’impulso di Provincia, Camera di Commercio e Confindustria Toscana Sud. Il loro ingresso consentirà di sviluppare maggiori sinergie con il mondo del lavoro avvicinando i percorsi formativi alle reali esigenze delle imprese.
“Siamo di fronte a una svolta storica – ha dichiarato la presidente dell’amministrazione provinciale Silvia Chiassai Martini. La Provincia di Arezzo si appresta ad offrire una vera boccata d’ossigeno a studenti e famiglie, pensando concretamente al loro futuro; grazie alla collaborazione, per la prima volta in Italia, tra le scuole superiori, l’Università e il mondo del lavoro”. La presidente ha ringraziato gli imprenditori “per aver creduto in un progetto ambizioso e strategico che avrà grandi ricadute in un momento particolarmente difficile per l’economia e l’occupazione del nostro Paese”.
In Valdarno hanno aderito la multinazionale Abb, che produce infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici; Fimer, leader negli inverter solari; Zucchetti Centro Sistemi, eccellenza multi business nella produzione di altissima tecnologia e Visia Imaging, impegnata nello sviluppo e nella realizzazione di soluzioni software per la diagnostica clinica.
Tra le altre novità da segnalare l’approdo nel territorio del corso di laurea in ingegneria informatica del Politecnico di Milano che verrà sviluppato grazie ad accordi con gli Istituti Superiori delle quattro vallate di riferimento, per il comprensorio valdarnese l’Isis Valdarno di San Giovanni. Gli istituti allestiranno nelle proprie sedi “unità distaccate” consentendo agli studenti di frequentare l’Università attraverso la didattica online.
Il Polo Universitario Aretino sta lavorando infine per ampliare la propria offerta con nuovi corsi universitari e post-diploma ITS, speciali percorsi formativi nati per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche.