21 Gennaio 2021 - 08:51

Al posto di cesti natalizi e cenone un buono ai dipendenti da spendere nei negozi del Valdarno. L’iniziativa della Nuovauto

Quello di quest’anno sarà un Natale diverso anche per le aziende. Nel periodo delle feste, come da tradizione, vengono organizzati cenoni con il personale e consegnati cesti. La pandemia ha travolto anche il tessuto economico e commerciale e così la Nuovauto, storica concessionaria del Valdarno, ha deciso, al posto di cene degli auguri e strenne, di consegnare al personale un buono da spendere in uno degli esercizi pubblici della vallata. Lo slogan è “Negozi di vicinato: un valore da difendere!”. Un’iniziativa a favore del commercio locale nella speranza, come hanno ricordato Maria Cecilia e Antonio Bucciarelli, rispettivamente presidente e vice presidente dell’azienda con sede a Terranuova, che l’esempio possa essere seguito anche da altre imprese del Valdarno.
Insomma, l’iniziativa della Nuovauto potrebbe fare davvero da apripista in un momento nel quale gli operatori commerciali stanno pagando un dazio molto pesante alle restrizioni imposte dal Covid. “Nella piena consapevolezza che i negozi di vicinato ed i negozianti sono un valore aggiunto per la tenuta del tessuto socio-economico di un territorio – hanno detto Antonio e Maria Cecilia Bucciarelli -, dobbiamo approfittare di ogni possibile
occasione per garantire un sostegno al commercio al dettaglio. Nel particolare contesto che stiamo vivendo, riteniamo sia necessario un gesto concreto di attenzione e di solidarietà verso coloro i quali, come noi, con grande senso di responsabilità hanno abbassato le saracinesche per aiutare il nostro paese a combattere la pandemia. Il Natale è l’occasione giusta!”
“A dicembre – hanno ricordato – la nostra azienda si è sempre preparata alle festività con l’organizzazione della tradizionale cena degli auguri con dipendenti e collaboratori e con l’acquisto di strenne natalizie. Ebbene, quest’anno, al posto del cenone e del cesto di Natale, ogni dipendente e ogni collaboratore riceverà un buono da spendere in uno dei negozi di vicinato o esercizi pubblici (bar, ristoranti, ecc.) del Valdarno”.
La formula è semplice: la Nuovauto si impegnerà a corrispondere al commerciante, dietro presentazione del bonus assegnato, la cifra indicata, quale corrispettivo, in tutto o in parte, dell’acquisto effettuato.
Il bonus sarà spendibile in qualsiasi negozio di vendita al dettaglio o esercizio pubblico del
Valdarno che voglia aderire all’iniziativa. “Resta ovviamente esclusa la grande e la media distribuzione – hanno precisato i Bucciarelli – . Riteniamo che far circolare l’economia locale sia la cosa più etica da fare in questo difficile momento. Fare acquisti nel territorio significa far vivere il territorio! Ci auguriamo che l’idea possa essere imitata dalle numerose aziende del Valdarno, perché tante gocce formano un oceano!”. Insomma, potrebbe nascere un grande progetto di solidarietà tra imprese della vallata. Plaude all’iniziativa la Confcommercio di Arezzo. “Un modo intelligente e concreto per darsi una mano in questo momento difficilissimo… nella speranza che anche altre aziende mettano in campo iniziative simili!”

Marco Corsi
Direttore Responsabile