giovedì, Dicembre 1, 2022

Calcit Valdarno. La forza della solidarietà. Il presidente Secciani: “Nel 2020 straordinaria risposta dei cittadini”

E’ stato un anno drammatico e la lotta alla pandemia non è stata affrontata solo dal personale sanitario, ma anche dalle tante associazioni di volontariato, vero fiore all’occhiello del Valdarno. In questo 2020 che, per fortuna, ci sta per lasciare, l’attività del Calcit è stata quasi interamente dedicata al Covid. “Devo dire, con orgoglio, che anche in questo caso la nostra voglia di proteggere i più fragili è stata pienamente compresa e sostenuta da tanti – ha detto il presidente Piero Secciani -. L’emergenza che ci stava colpendo non poteva lasciarci indifferenti e per rispondere alle necessità immediate della pandemia, abbiamo avviato una raccolta fondi dedicata. Grazie ai nostri sostenitori, vecchi e nuovi, abbiamo potuto rifornire prontamente l’ospedale della Gruccia di dispositivi di protezione individuale e nuove tecnologie medicali per rendere ancora migliore la cura dei malati. Sorprendenti sono stati i gesti di solidarietà di singoli cittadini, ma anche di imprese, associazioni e istituzioni grandi e piccole. Eravamo certi della generosità dei valdarnesi, ma mai ci saremo aspettati un simile risultato”.
Questo impegno straordinario, ovviamente, non ha fatto perdere di vista la mission fondamentale dell’associazione, il sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie. “Le regole imposte dal Coronavirus ci hanno però indotto a ripensare al nostro abituale modo di operare nel territorio cercando ulteriori strategie per continuare a fornire il nostro contributo solidale, anche in tempi di distanziamento sociale – ha precisato Secciani -. Logicamente, poi, le iniziative solidali che prevedevano incontri conviviali e mercatini sono venute meno per forza maggiore, ma la nostra raccolta fondi è proseguita con elargizioni liberali, memorie, lasciti testamentari, donazioni durante le dichiarazioni dei redditi del 5×1000, e promuovendo ultimamente iniziative a distanza”. Il presidente del Calcit, tracciando un bilancio del 2020, ha esaltato lo spirito di solidarietà dimostrato dai valdarnesi. “ Nonostante la fase critica che sta attraversando la società, anche a livello economico, molti hanno sostenuto, con grande senso di responsabilità, le nostre iniziative, dando prova di avere a cuore cause importanti, che toccano un bene fondamentale come quello della salute. Facciamo in modo che la solidarietà continui ad essere più contagiosa del Covid”.
Il prossimo anno l’associazione festeggerà i 30 anni di attività. “ Mi auguro con tutto il cuore che il nuovo anno porti a tutti, salute e serenità, con l’auspicio che si torni al più presto ad una normale quotidianità”, ha concluso il presidente Secciani.

Marco Corsi
Marco Corsi
Direttore Responsabile